Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Quarta edizione del prestigioso “Premio Bronzi di Riace” – Alto e meritato il livello raggiunto dalle compagnie presenti all’evento.

294 0

S’è svolto domenica, 9 dicembre, presso il Thotel (Strada Statale 280 dei Due Mari) – Lamezia Terme, la quarta edizione del prestigioso “Premio Bronzi di Riace”, manifestazione organizzata dalla Federazione Italiana Teatro Amatoriale (Fita) Comitato Regionale Calabria, patrocinata dalla presidenza del consiglio regionale della Calabria.

La manifestazione ha avuto il suo avvio con l’inizio dello spettacolo “1861-La brutale Verità” della compagnia Carma di Reggio Calabria, decretato “miglior spettacolo dell’edizione 2017” e che ha poi, rappresentato la Calabria al Gran Premio Nazionale del Teatro Amatoriale.

I lavori delle compagnie amatoriali calabresi è stato valutato, nel corso dell’anno e su diversi palcoscenici della Calabria, da una giuria tecnica composta dai rappresentanti FITA: Michele Spataro, Giuseppe Minniti e Consolato Latella.

Il premio Bronzi di Riace – ha sottolineato Consolato Latella, presidente FITA Calabria –  nasce dal desiderio di creare un’occasione di incontro tra le compagnie amatoriali calabresi, strumento per eccellenza di promozione di un teatro, che se pur non professionale è professionalmente serio ed impegnato.

La manifestazione – ha continuato Latella – vuole anche essere un momento di dialogo fra l’amatorialità teatrale ed il pubblico, presentando a livello nazionale, una visione del teatro che pur prescindendo dal mestiere di attore, ne porta con sé il ruolo educativo e ricreativo, rivendicandone diritti e doveri, tesi solo ed esclusivamente a trasmettere cultura sia essa in un teatro che in una piazza.

Sono soddisfatto – ha dichiarato Nico Morelli, direttore artistico di Vacantiandu, nonché vice presidente regionale FITA –  del livello raggiunto dalle compagnie che saranno presenti all’evento, prova che il teatro amatoriale, grazie all’impegno della Federazione, ha finalmente conquistato una sua fisicità e assunto un carattere ben definito.

La partecipazione all’evento è stata aperta a tutte le compagnie tesserate FITA, circa 42, ad appassionati ed estimatori dell’arte scenica.