Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Ragazzo affetto da “Pandas” guarisce al Pugliese-Ciaccio di Catanzaro

La famiglia “emigra” da Bologna a Catanzaro, dopo aver girato gli ospedali di tutta lItalia
,
740 0

Una storia di emigrazione sanitaria, ma questa volta dal nord al sud, da Bologna a Catanzaro.
Cinzia e suo marito sono i genitori di un ragazzo di 14 anni affetto da Sindrome Pandas.
COS’ E’ LA SINDROME PANDAS
Pandas è un acronimo che sta per “Pediatric Autoimmune Neuropsychiatric Disorder associated with A Streptococcal Infections” (ovvero “Disordine pediatrico autoimmune di tipo neuropsichiatrico associato a infezione da Streptococco beta emolitico del gruppo A) ed è una malattia pediatrica che insorge dai 3 anni di età con un picco massimo intorno ai 5/7anni. Più correttamente va definita come “sindrome”, poiché la comunità scientifica non l’ha ancora pienamente riconosciuta come patologia a causa della grande difficoltà nel diagnosticarla. Fino a qualche anno fa era semiconosciuta e le strutture sanitarie attrezzate per combatterla ancora oggi si contano sulle punte delle dita. Si presenta sotto forma di disturbo ossessivo compulsivo: tic motori complessi soprattutto della bocca, lingua e muscoli mimici (definiti movimenti coreici) e tic vocali tra cui versi, grugniti, urla, voce modificata. Sono frequenti anche iperattività, deficit di attenzione, ansia da separazione, paure infondate, stanchezza cronica, agitazione. Nei casi più gravi si arriva ad avere allucinazioni e psicosi. Le famiglie che vengono a contatto con la Pandas attraversano un calvario e un dolore immenso perché la sindrome riesce a trasformare il proprio figlio solare e felice in un bambino completamente diverso.
DA BOLOGNA A CATANZARO
A partire da Bologna e dopo aver girato tutta Italia nella speranza che qualche medico o struttura ospedaliera li potesse aiutare ad uscire da questa disperazione, la famiglia del ragazzo è stata indirizzata proprio a Catanzaro dove ha avuto la fortuna di incontrare un medico di grandissima competenza e professionalità che ha dimostrato subito e molto bene come trattare e curare la sindrome, il dottor Raiola, pediatra dell’ ospedale Pugliese Ciaccio. Al ragazzo sono state somministrate le immonoglobuline che hanno portato un grande miglioramento iniziale per poi arrivare alla guarigione.
Secondo Cinzia, la mamma del ragazzino, il reparto di Pediatria Pugliese Ciaccio di Catanzaro non è solo il punto di riferimento della Calabria, ma è l’unica struttura d’Italia realmente attrezzata per curare la sindrome Pandas. La donna, dopo essersi recata in diversi ospedali, si è resa conto che c’è una grossa impreparazione verso questa pericolosa e terribile patologia.
(fonte//catanzaroinforma.it)