Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Recuperare i 10 milioni di euro originariamente destinati alla ricostruzione dell’importante SP 25 distrutta dall’alluvione del novembre 2013

E' quanto auspica il consigliere regionale Vincenzo Pasqua (Oliverio Presidente).
551 0

“Si individui al più presto un canale di finanziamento alternativo a quello inizialmente previsto dei fondi Cipe per il ripristino della strada provinciale 25, arteria strategica che collega il capoluogo di Regione a diversi territori della Presila, servendo anche i comuni di Albi e Taverna”.

E’ quanto auspica il consigliere regionale Vincenzo Pasqua (Oliverio Presidente).

“La questione, affrontata nel corso di un Tavolo tecnico in Prefettura ai primi di ottobre – afferma l’esponente politico regionale – riveste rilevante interesse sia per evidenti esigenze di mobilità dei cittadini che di collegamento fra territori, allo stato fortemente compromesse”.

“Significativo l’impegno della Regione che fin da subito – sottolinea Pasqua – ha avviato un percorso di interlocuzione con tutti i soggetti istituzionali coinvolti per individuare la soluzione più idonea”.

“Si tratta dunque di recuperare i 10 milioni di euro originariamente destinati alla ricostruzione dell’importante infrastruttura distrutta dall’alluvione del novembre 2013, e alla messa in sicurezza del corso del fiume Alli con contestuale intervento di sistemazione idraulica.  Risorse non più disponibili dopo la rimodulazione del Fondo per lo sviluppo e la coesione. Secondo i tecnici l’intervento complessivo sull’area del fondovalle garantirebbe la piena agibilita’ e sicurezza delle opere da realizzare, scongiurando in futuro il verificarsi di nuovi disastri a causa del maltempo”.

“Mi faccio interprete e portavoce delle comunità interessate, seriamente preoccupate dal rischio dell’isolamento che arrecherebbe pesanti disagi e disservizi insostenibili. Gia’ da ora annuncio di voler presentare una mozione in Consiglio regionale – conclude Vincenzo Pasqua – con l’obiettivo di risolvere definitivamente la questione, fornendo le giuste risposte ai cittadini dell’area della Presila”.