Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Reggio Calabria, attraccata la nave con i 1.373 migranti

50 casi di scabbia da trattare mentre a Lampedusa, in queste ore, si registra una nuova tragedia
741 0

Sono cominciate nel porto di Reggio Calabria le operazioni di sbarco dei 1.373 immigrati soccorsi nei giorni scorsi nel Canale di Sicilia nell’ambito dell’operazione Mare Nostrum e giunti stamattina a bordo della nave della Marina militare Virginio Fasan. I primi migranti che sono stati fatti scendere dalla nave sono quelli affetti da scabbia (una cinquantina di casi in tutto) che saranno sottoposti a trattamento terapeutico. Successivamente si procederà allo sbarco degli altri immigrati. L’operazione sarà completata nella tarda mattinata.

I migrati giunti a Reggio Calabria, sono stati soccorsi nei giorni scorsi nel Canale di Sicilia nell’ambito dell’operazione Mare Nostrum.
Sono 1.014 gli uomini, 200 le donne e 159 i minori che sono stati accolti dal servizio di primo soccorso e assistenza predisposto dalla prefettura reggina. La maggioranza degli immigrati giunti a Reggio sono eritrei e siriani, mentre gli altri sono di varie nazionalità.

Nel tardo pomeriggio di ieri era stata convocata alla Prefettura di Reggio Calabria una riunione operativa per coordinare le attività di primo soccorso e assistenza. All’incontro avevano partecipato i rappresentanti del Comune Capoluogo, della Provincia, delle Forze di Polizia, della Capitaneria di Porto, dei Vigili del Fuoco, della Direzione Marittima della Calabria e della Basilicata, del SUEM, della Protezione Civile regionale, dell’Azienda Sanitaria provinciale, dell’Azienda Ospedaliera, delle associazioni di volontariato e della Croce Rossa.

Secondo quanto previsto dal Ministero dell’Interno, 1.173 migranti verranno ripartiti in diverse regioni italiane e accompagnati dalle Forze dell’Ordine ed il resto dei migranti, circa 200, verranno ospitati in due strutture messe a disposizione dal Comune di Reggio Calabria, che assicurerà anche la somministrazione dei pasti, le misure di prima assistenza e collaborerà con le associazioni di volontariato del territorio che, peraltro, avevano già assicurato ampia collaborazione in occasione dei precedenti sbarchi che hanno interessato le coste reggine.

Tutto questo mentre, in queste ora, a Lampedusa si registra una nuova tragedia. Gli uomini della Marina Militare hanno recuperato a sud di Lampedusa i cadaveri di 18 migranti, tutti uomini, che erano a bordo di un gommone. Sull’imbarcazione altre 73 persone che sono state salvate.