Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

La Regione punta al mercato cinese

,
1.09K 0

Si chiama “Progetto Cina” l’ambiziosa iniziativa con la quale la Regione Calabria intende internazionalizzare alcuni prodotto tipici(principalmente  dell’agroalimentare) regionali andando alla conquista di porzioni del mercato cinese. A tale scopo verranno investiti 350.000 euro per una durata del progetto di 18 mesi.

“Puntiamo sull’innovazione e la qualità per promuovere all’estero l’immagine della Regione accompagnata da un messaggio positivo” così l’assessore regionale all’internalizzazione Luigi Fedele il quale annuncia che quello cinese è solo il primo dei mercati nei quali si cercherà di fare entrare il made in Calabria. “Molto importante è la sinergia fra i diversi partner di questi proggetti di internalizzazione” conclude l’assessore “perché solo con l’unità e la collaborazione si può essere più forti e superare quelle difficolta che singolarmente sono insuperabili per gli imprenditori, specie quelli piccoli”

Pasqualino Scaramuzzino, commissario della Fondazione Terina, dopo aver ringraziato la Regione evidenzia che “questo progetto punta alla valorizzazione della qualità e sicurezza nel settore alimentare, ovvero proprio quella che è la mission della Fondazione”.  Per Scaramuzzino in 18 mesi “coinvolgeremo i buyer cinesi, li porteremo in Calabria ad incontrare i produttori per far vedere la loro bravura, la qualità dei loro prodotti e quanto questi possano essere utili per l’economia cinese”

“È un progetto di alto livello, diverso dagli altri progetti in quanto punta alla valorizzazione delle proprietà nutrizionali dei prodotti”  è ciò che ha afferma la dirigente Saveria Cristiano, mentre la professoressa Mariateresa Russo ha provveduto ad illustrare le grandi linee dell’iniziativa. L’Unione Europea, infatti è tra i principali partner commerciali della Cina, l’Italia è al 4 posto, ma non ci sono specificità per quanto riguarda la Calabria. Gli obiettivi principali del progetto, dunque,  sono: diffusione del Made in Calabria, cooperazione e scambio,comunicazione delle specificità del Made in Calabria al fine di attrarre potenziali investitori, Green Economy.