Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Ricordando De Gasperi: Europa dei popoli e non fondata solo su sterili parametri economici

De Gasperi: “La politica deve mettere innanzi a tutto gli interessi della collettività, quelli veri e reali avendo alto senso di responsabilità, competenze, professionalità e lungimiranza nell’indicare ed affrontare assieme la risoluzione degli stessi”.
587 0
Ricordando De Gasperi: Europa dei popoli e non fondata solo su sterili parametri economici

I giovani Udc dello scudo crociato vogliono ricordare la figura dello statista Alcide de Gasperi nell’anniversario della sua morte, ricorrenza questa che non vuole essere solo uno sterile ricordo della figura dello statista ma vuole essere soprattutto un significativo richiamo ai principi ed ai valori di cui è stato portatore per le generazioni future.

Oggi più che mai in un periodo di crisi dell’unione europea nonché di crisi dei partiti e della politica le parole e gli insegnamenti di De Gasperi indicano la via maestra da seguire richiamando al rispetto dei valori fondamentali, oggi molto spesso vituperati, nonché il ritorno ad una forma di politica che come ricordava anche il Papa Paolo VI è la più alta ed intransigente forma di carità. Politica intesa da De Gasperi come amore verso il prossimo, come missione e come tutela del bene comune e non come avviene oggi molto spesso intesa come tutela dei gli interessi di pochi a danno della collettività.

De Gasperi, uomo di grandi  ed indiscusse doti  anticipatore dei tempi con la sua visione europeista,  ha saputo tradurre le esigenze del nostro Paese (in un periodo storico molto travagliato quale quello del dopo guerra)  in concrete possibilità di sviluppo rendendosi protagonista nella fondazione della comunità europea ( che lui amava definire nostra patria europea) così oggi tanto rinnegata ma che dovrebbe invece ritrovare quella spinta e quella vitalità necessarie (per superare i gravi problemi finanziari, economici ed umanitari) e per fare in modo che venga realizzata quella unione tra Stati che era l’idea motrice della spinta di De Gasperi, Schuman ed Adenauer. Le qualità umane e politiche che ha dimostrato De Gasperi possono e devono tornare utili anche oggi per recuperare quel senso di appartenenza e recuperare una visione di lunga prospettiva.

È necessario oggi un maggiore senso dello Stato e della Comunità, gli stessi che De Gasperi manifestava nel sottolineare che occorreva creare prima di tutti l’Europa degli uomini, fondata sui valori cristiani e sul sentire comune”.

Così come ammoniva De Gasperi:

La politica deve mettere innanzi a tutto gli interessi della collettività, quelli veri e reali avendo alto senso di responsabilità, competenze, professionalità e lungimiranza nell’indicare ed affrontare assieme la risoluzione degli stessi”.

Per tutti questi motivi i giovani dell’Udc vuole ricordare la figura del grande statista De Gasperi che merita il riconoscimento di primo tra i Padri della Repubblica, nella certezza che i suoi attuali insegnamenti e la sua lungimirante visione politica possano rappresentare la via maestra da seguire, specie in un Europa che oggi si fonda quasi esclusivamente su parametri economici e sempre meno sui popoli e sulle collettività che l’hanno fondata.