Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Ridotte dell’80% le spese di rappresentanza della Regione rispetto al 2012

La Giunta ha mirato ad un'azione di contenimento per come indicato dalla spending-review e non ha compiuto assunzioni senza concorso
588 0

In riferimento ad alcuni articoli riguardanti le spese della Regione, in particolare quelle di rappresentanza e dell’OIV, il Dipartimento Presidenza della Giunta regionale ritiene opportuno fare alcune precisazioni, considerando che, nel primo caso, nel 2013, le spese sono diminuite dell’83% rispetto all’anno precedente e che l’OIV (Organismo Indipendente di Valutazione ) è un organismo essenziale per il corretto funzionamento dei controlli interni regionali e degli enti strumentali regionali e non sostituisce assolutamente il Nucleo di valutazione di impatto ambientale – Nucleo VIA

Dove si fa riferimento alle osservazioni della Corte dei Conti contenute nella “Relazione allegata al giudizio di parifica del rendiconto della Regione Calabria dell’esercizio 2013” in tema di spese di rappresentanza, la Regione, così come evidenziato dalla stessa Corte, ha ridotto dell’83% le spese rispetto all’anno 2012, attestandosi a circa 38 mila euro annue (che, ad oggi, costituiscono lo 0,0006% delle spese della Regione).

L’azione amministrativa della Giunta regionale è stata infatti improntata al rispetto delle misure di contenimento previste dallo “Spending-review” e che la magistratura contabile, pur rilevando alcune criticità in ordine all’iter formativo degli atti con cui sono state autorizzate alcune spese di rappresentanza e manifestando perplessità in ordine alla generica descrizione dei predetti atti di spesa, nulla ha obiettato in termini di ammissibilità delle spese stesse tanto da ritenere congrua l’inclusione delle stesse nell’ambito dei documenti contabili regionali.

soldi-banca-595x240Nella parte in cui si fa riferimento all’OIV, è opportuno specificare che l’Organismo Indipendente di Valutazione non sostituisce assolutamente il Nucleo di valutazione di impatto ambientale – Nucleo VIA poiché non ha competenza nei “progetti dov’è necessario avere la certificazione di impatto ambientale” ma costituisce Organismo essenziale per il corretto funzionamento dei Controlli interni regionali e degli Enti strumentali regionali e per il sistema di misurazione e valutazione della performance organizzativa e individuale. I compiti svolti dall’Organismo sono complessi, delicati e strategici ove si consideri che si inseriscono nell’ambito del “copernichiano sistema di innovazione della P.A” connesso al corretto sistema dei controlli interni dell’Ente ed agli obblighi relativi alla trasparenza ed integrità.

Non solo, ma per espressa volontà del legislatore regionale, l’attività dell’Organismo è stata estesa anche agli Enti strumentali regionali.

Per questi motivi è palese che ogni comparazione deve essere posta in essere “a parità di condizioni” e che le operazioni di benchmarking tra i compensi previsti per il funzionamento dell’OIV da tutte le Regioni italiane non può prescindere dalla medesima valutazione comparativa dei compiti effettivamente affidati allo stesso e degli eventuali costi sostenuti dalle altre amministrazioni regionali per il funzionamento degli OIV dei propri Enti strumentali.
Del resto anche la magistratura contabile nella Relazione allegata alla Parifica del Rendiconto regionale dell’anno 2013 pur evidenziando che la consistenza dell’importo dei compensi dell’OIV “ è ben al di sopra della media delle altre Regioni” non esprime alcun rilevi né evidenzia criticità specifiche in ordine ai compensi.
Infine, in riferimento alle assunzioni fatte senza concorso emerge che i dati non si riferiscono alle spese poste dalla Giunta regionale.