Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Risolvere il problema dei lavoratori Calabria It

Dovevano confluire in Fincalabra, ma sono tenuti ancora sulla graticola.Eppure ci sono tanti Fondi Europei
693 0

 

La UIL e la UILCA chiedono alla politica di far chiudere positivamente la vertenza dei lavoratori di Calabria IT, consentendo che le loro professionalità siano messe a disposizione per un ottimale utilizzo dei fondi comunitari.

Il sindacato non può continuare a tollerare che la classe politica calabrese, oltre a pianger miseria, sfruttare le istituzioni per attività clientelari e interessi elettoralistici e di parte, non si impegni con serietà per attrezzarle proficuamente predisponendo condizioni efficaci per il migliore utilizzo delle risorse disponibili.

Oggi la Calabria ha la possibilità di disporre di professionalità e dei soldi necessari per risolvere molti dei problemi che affliggono il territorio.Dalla programmazione fondi-europei2007/2013 restano da spendere, entro il 31/12/2015, oltre 1,1 miliardi di euro! Dalla programmazione 2014/2020 arriveranno oltre 10 miliardi di euro! Da un contrasto serio all’evasione fiscale ed all’economia illegale potrebbero venir fuori più di 20 miliardi di euro da destinare allo sviluppo economico! Dunque i fondi ci sono e ci saranno, ma per un buon utilizzo, accanto alle linee di intervento sono da definire e organizzare una volta per tutte strutture e competenze dedicate, che siano in grado di favorire e concretizzare progetti di sviluppo seri, che ancora ad oggi non risultano ben definiti!

“In questo quadro occorre risolvere una volta per tutte la vicenda dei circa 130 lavoratori di Calabria IT che, in base ad una legge regionale, dovevano già al 31/12/2013 confluire in Fincalabra S.p.A. e che invece continuano ad essere “tenuti sulla graticola” per la mancata definizione di un piano industriale credibile, in grado di coniugare la funzionalità dell’ente strumentale della Regione Calabria, Fincalabra Spa, con gli interessi della collettività calabrese. Se Fincalabra deve essere lo strumento regionale per far ripartire le imprese mediante lo sviluppo di nuovi bandi, la professionalità ed il contributo dei lavoratori di Calabria IT è indispensabile!

La UIL Calabria si augura che il recente preaccordo sottoscritto tra le OO.SS. e il nuovo Presidente di Fincalabra Spa ed il prossimo confronto previsto per giorno 9 c.m. possa segnare la fine di passate lunghissime inconcludenti trattative, ed auspica che il nuovo management di Fincalabra riesca a porre fine a questa annosa vicenda presentando un piano industriale serio e credibile che faccia di Fincalabra uno strumento essenziale per lo sviluppo economico della nostra regione”.