Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Il ritorno del Sindaco Mascaro nelle giuste sensazioni dei cittadini dopo quindici mesi di completo immobilismo.

242 0
Il ritorno del Sindaco Mascaro  nelle giuste sensazioni dei cittadini dopo quindici mesi di completo immobilismo.

Anche il tempo atmosferico di ieri e di questa mattina sembrava che si stesse  vivendo con le medesime sensazioni e riflessioni che si rincorrevano tra i corridoi del Palazzo di Città, ritornato finalmente ad essere cuore pulsante di una Lamezia risorta dopo le decisioni assunte dal Tar del Lazio contro l’infamante e gravissima accusa di infiltrazioni mafiose e, quindi, contro il Sindaco, avvocato Paolo Mascaro.

La primavera alle porte ha cominciato a ridare vita attraverso i giusti stimoli di vita nuova, anche se appesantita da una politica affossata da decisioni che hanno mirato soltanto ad abbattere meccanismi che sono l’insostituibile motore alla vita ordinaria di una società ordinaria.

Sono state chiuse le attività ricreative, culturali e sportive che sono immancabili ad  una generazioni di giovani, i quali – in mancanza anche del minimo necessario da vivere- hanno poi preferito “ emigrare” per totale e prolungata mancanza, quindi, del palazzetto e dei teatri; di attività competitive e delle tradizionali ricorrenze popolari; come il carnevale lametino e le rassegne fieristiche; o le partite di calcio suddivise nei vari settori agonistici.

Il ritorno del Sindaco Paolo Mascaro è allora apparso come il germogliare della natura dopo le insidie di una stagione buia e minacciosa, pur tenendo presente che ora  occorre rimboccarsi le maniche e  riprendere quella corsa che si era già cominciata a notare fino alla brusca interruzione del cammino della Giunta Mascaro. Una loro elencazione sarà allora opportuna per invitare tutti a mettere da parte divisioni, risentimenti e perfino odi e inimicizie, iniziando dalle attuali situazioni presenti – ad esempio – nella Multiservizi o nell’aeroporto, per scivolare pian piano, nel di dentro del PSC , fino  alla redazione ed approvazione del bilancio di previsione.

Per ultima analisi  aggiungeremmo anche la necessità impellente della ripresa della vicinanza comunicativa  tra l’Istituzione comunale  ed i cittadini, elemento che è mancato completamente nella gestione commissariale.