Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Sant’Eufemia entra nell’agenda politica solo in campagna elettorale

653 0

Da qualche giorno, alcuni consiglieri comunali, con in testa Teresa Benincasa, appartenenti a questa amministrazione da ben cinque anni, si fanno promotori dei disagi che i residenti del quartiere di Sant’Eufemia stanno denunciando ormai da diverso tempo. Peccato che sono le stesse persone che hanno tradito il loro elettorato abbandonando il rione al degrado.

Così Marco Berardelli, esponente di CasaPound Lamezia, il quale attacca anche il governo cittadino “nel nostro quartiere l’amministrazione comunale è sempre stata assente, basti pensare all’inaugurazione di Piazza Italia. Solo ora che si respira aria di campagna elettorale  escono fuori i buoni propositi di questi consiglieri che dopo anni han deciso di ascoltare le denunce che arrivano dai residenti di Lamezia Sud”. Beradelli, quindi si pone alcune domande

  1. Dov’erano i nostri consiglieri quando i cittadini lamentavano e cercavano di segnalare a mezzo stampa le diverse situazioni venutesi a creare in questi anni?
  2. Dov’erano quando con il gruppo di Casapound il 06 febbraio abbiamo denunciato pubblicamente le situazioni di degrado urbano, prostituzione e sicurezza del quartiere?
  3. Dov’erano  il 19 maggio quando abbiamo segnalato il tutto attraverso la stampa e con una raccomandata indirizzata al sindaco e a tutta l’amministrazione comunale?
  4. Dov’erano quando dopo quella segnalazione si è deciso, ad opera degli stessi cittadini, di invitare una tv locale per denunciare e per attirare l’attenzione dando voce a tutti?

Berdarlli, infine, invita gli abitanti di Lamezia Sud a non farsi abbindolare da facili promesse di esponenti politici che si fanno vedere solamente, come in questi giorni,  in periodo di campagna elettorale per poi abbandonarli immediatamente dopo la chiusura delle urne “Sant’Eufemia non deve essere abbandonata, non dimentichiamo che è la porta d’ingresso principale di Lamezia Terme e, allo stato attuale, non è di certo una bella presentazione per la nostra città”