Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Sconfiggere la mafia per puntare allo sviluppo

Il Segretario Generale della Cisl Calabria, Paolo Tramonti, commenta la visita di Papa Francesco a Sibari
,
532 0

Continuano a suscitare echi di ammirazione i vari messaggi lanciati al popolo di Calabria, e del Meridione in genere, per il restauro di una società più a dimensione d’uomo e secondo gli insegnamenti cattolici. Tra questi, il messaggio che più ha fatto scalpore, e creato commenti abbondantemente positivi, è quello relativo alla condanna dei sistemi di tutte le mafie, tanto che fa dire alla sigla sindacale Cisl:

Sta a tutti noi adesso dare seguito alle esortazioni del Santo Padre nella consapevolezza che il nostro futuro è nelle mani della Calabria e dei calabresi.
E lo fa attraverso una nota a firma del suo segretario generale calabrese, Paolo Tramonti, che così ancora sottolinea: “La sicurezza e la lotta serrata a ogni forma di criminalità non è solamente un bene di valore assoluto e irrinunciabile per ogni collettività organizzata, ma è soprattutto la condizione preliminare di sviluppo economico e sociale, se non addirittura fattore vero e proprio di sviluppo. Per questo oggi in Calabria la battaglia per la sicurezza è prima di tutto una battaglia per lo sviluppo. In questo senso – prosegue – la visita del Santo Padre ha rappresentato un’occasione straordinaria di richiamo, da non disperdere, per le tante forze sane presenti nella società calabrese che devono sentirsi ancor più impegnate per costruire un futuro migliore e diverso per le nostre comunità”.

Parole chiare, precise , dirette e , considerate le reazioni generali, molto incisive, indicatori di un inizio di riscatto che si pone a tutto servizio della Calabria e del Sud intero.

Infatti, conclude Tramonti, “per la CISL l’esempio e l’insegnamento di Papa Francesco deve essere la via da seguire per il riscatto della nostra terra”.