Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Sdanganelli raffredda le ambizioni dei candidati provinciali

,
517 0

Le imminenti elezioni provinciali, nell’insolita modalità di voto riservato a Sindaci e consiglieri, sembrano destare impulsi e gusto ad organizzare e comporre coalizioni e candidature, pronti a sostituirsi ai precedenti commissari. Si percepisce un’attività politica febbrile come se da ottobre si dovesse governare la Provincia alla vecchia maniera, mantenendo gli attuali standard di spesa e lussi insopportabili.

Ad affermarlo in una nota stampa è il Consigliere Comunale di Progetto Lamezia, Antonello Sdanganelli, il quale intende spiegare la nuove versione delle provincie “la missione degli eletti non deve essere altro che lo smantellamento di un ente inutile e costoso, che per il suo carattere intermedio fra Regioni e Comuni, ha sempre appesantito il rapporto con i cittadini, rendendo la vita ancor più difficile alle imprese”. Il consigliere stila un elenco di quelli che saranno gli impegni dei futuri eletti:

  • ridurre immediatamente l’elefantiaca burocrazia zeppa di dirigenti e funzionari (si pensi alla geniale creazione della misteriosa polizia provinciale equipaggiata con i Suv) ;
  • sopprimere gradualmente i tributi provinciali, veri e propri balzelli;
  • adottare criteri spartani di gestione, senza festeggiamenti, orchestre e cantanti;
  • abbandonare ogni tentazione creativa di istituire rimborsi, gettoni ed indennità poiché il mandato è per legge gratuito.

“L’avvio delle riforme costituzionali in Parlamento con il primo voto sulla cancellazione delle province è un segnale chiaro agli amministratori eletti” conclude Sdanganelli “da considerare veri e propri organismi di liquidazione chiamati ad assecondare lo spegnimento dell’ente provincia”