Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Se non viene Mancuso noi non parteciperemo

706 0

Il gruppo di Forza Italia parteciperà al prossimo Consiglio Comunale aperto sulla sanità solo se saranno  presenti tutti i referenti istituzionali, tra cui il Direttore Generale Mancuso, al quale si intende porgere dei quesiti e dal quale ci si attende delle risposte. Per lo stesso motivo, infatti, FI ha evitato di partecipare all’ultima  riunione dell’assise cittadina sapendo che nulla di concreto avrebbe prodotto.

Ad affermarlo è Armado Chirubolo, capogruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale, il quale precisa la linea del partito che è stata “chiara e responsabile nei confronti della Sanità Calabrese e lametina, criticando l’operato della dirigenza quando ha ritenuto che questa ha agito male ed elogiandone i risultati positivi quando questi sono stati dalla stessa conseguiti” Chirumbolo rende noto di aver partecipato qualche giorno fa ad una riunione dei capigruppo in cui per primo ha appoggiato e sottoscritto il documento presentato dai comitati per mantenere il centro trasfusionale nell’ Ospedale di Lamezia Terme. L’esponente forzista è per un Consiglio Comunale ” proficuo che porti reali e concreti risultati diretti a salvaguardare la sanità lametina e che non si traduca in una iniziativa populistica atta esclusivamente a favorire la candidatura di Speranza a Governatore della Regione Calabria e quella di Grandinetti a candidato a Sindaco del centro-sinistra per le prossime comunali del 2015″. Chirumbolo conclude erigendosi a difensore della sanità lametina a dispetto di ciò che fanno gli avversari politici “Forza Italia si pone e si porrà sempre a difesa della Sanità lametina e regionale, e si opporrà, fermamente a qualsiasi iniziativa finalizzata a depotenziare L’Ospedale di Lamezia Terme, così come ha fatto quando il centro-sinistra a guida Loiero ha eliminato l’Asl numero 7 a discapito della città di Lamezia e del suo interland. La Sanità è un bene primario ed imprescindibile che va difeso con onestà intellettuale e serietà, e mai strumentalizzato per fini personali che nulla hanno a che vedere con il bene della comunità.”