Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Sfratti casa per morosità incolpevole: finalmente il decreto, ora rapidità per il contributo agli inquilini

Dichiarazione del Segretario Regionale CISL Calabria Sergio Pititto
754 0

Il Decreto Ministeriale delle infrastrutture per il disagio abitativo, pubblicato nei giorni scorsi, è importante anche per la Calabria

Ad affermarlo Sergio Pititto Segretario Regionale CISL Calabria secondo il quale per la prima volta, si riconosce e si definisce la morosità incolpevole di chi vive in affitto ed è impossibilitato a far fronte al canone di locazione per cause non dipendenti dalla sua volontà (perdita lavoro, problemi economici e malattia).

Nel provvedimento vengono ripartite alle regioni risorse per 20 milioni di euro che potranno essere aumentate dalle stesse.
Si tratta di una parte dello stanziamento per la morosità incolpevole relativo al 2014. Ci sono infatti altri 16,73 milioni di euro previsti dalla recente legge 80/2014, sul disagio abitativo.

I requisiti per accedere al contributo, che sarà gestito dai comuni ai quali presentare la domanda, sono:

  1. ISEE sino a 25.000 euro o ISE sino a 35.000 euro;
  2. Atto di intimazione di sfratto per morosità con citazione per la convalida;
  3. Un contratto di locazione registrato;
  4. Cittadinanza italiana o regolare titolo di soggiorno.

Per la Calabria a fronte di 792 provvedimenti di sfratto emessi per morosità sono stati stanziati 184.051,00 di euro. Il contributo agli inquilini, che potrà arrivare fino a 8.000 euro, sarà finalizzato a recuperare un nuovo contratto concordato con il proprietario, utilizzarlo per deposito cauzionale o sanare la morosità.

Per Pititto, in attesa dell’erogazione del contributo che deve avvenire in tempi rapidissimi, è necessario, che, soprattutto per Regioni come la Calabria, gli inquilini non vengano sfrattati quindi è opportuno oltre che doveroso che i Comuni si attivino a trasmettere alle Prefetture l’elenco dei soggetti che abbiano i requisiti per il contributo, affinché vengano adottate misure di graduazione dell’intervento della forza pubblica nell’esecuzione degli sfratti.