Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

“Si ripristini la legalità ma non calpestando i nostri diritti” : i giovani, lo sport, la manifestazione del prossimo 19 gennaio.

Comunque e sempre dalla parte dei giovani- Il nostro Editoriale.
1.16K 0
“Si ripristini la legalità ma non calpestando i nostri diritti” : i giovani, lo sport, la manifestazione del prossimo 19 gennaio.

Leggendo il comunicato stampa attraverso il quale è stata ufficializzata una manifestazione pubblica, per venerdì 19, “ a difesa del diritto allo sport e contro l’indiscriminata ed ingiustificata chiusura dei maggiori impianti sportivi della Città”, c’è da rimanere profondamente sbalorditi, increduli e ( scusate il termine) “incazzati”.

Ma ci pensaste un po’? ai ragazzi ed ai giovani viene impedito addirittura l’uso della maggior parte degli impianti sportivi cittadini, senza non aver prima tentato quanto meno delle soluzioni tampone per non creare l’enorme portata diseducativa, e comprensibilmente “punitiva”, del provvedimento cosiddetto “ out – out”.

Alla base di tutto ciò ci sarebbero delle mancate e clamorose autorizzazioni che erano richieste per consentire un regolare e legale funzionamento degli impianti in questione. Autorizzazioni evidentemente mai richieste e, quindi, mai applicate, nonostante si fossero succedute diverse amministrazioni comunali, diversi partiti politici, nonché incalcolabili “ pigliate in giro” per portare nei propri “orticelli” il maggior numero di voti elettorali, di promesse, di parole vacue.

Ora, com’è giusto e ben comprensibile che sia, i Commissari straordinari comunali, con il tentativo di riportare il tutto alla normalità e di ripristinare il sensum della legalità, non hanno fatto che di meglio tagliando di sana pianta la testa al toro, non importa di chi fosse la colpa, o se non proprio di una situazione di conflittualità ampia e diffusa di evidente  illegalità :  in pratica proprio come un celebre motto asserisce : “ muoia Sansone con tuti i filistei. Colpe commesse  non da queste ragazze e non da questi giovani, che fin troppo stanno subendo questa situazione di non ben calcolata tensione  sociale.

Con tutto il rispetto che nutriamo verso i Commissari, che devono svolgere – purtroppo – il loro ruolo e portare a termine il loro circoscritto impegno con la massima attenzione e rigorosità, la parentesi “ punitiva” aperta sui fianchi di una Lamezia fin troppo e fin tanto ingiustamente bastonata, la parentesi “punitiva” – ribadiamo –  è diventata una parentesi socio – sportiva ad alto rischio. Infatti, è stato pensato  quanto sia forte  e rischioso il danno loro arrecato, a prescindere sotto l’aspetto prettamente sportivo ed agonistico?

A questi ragazzi ed a questi giovani; ai loro genitori ed alle loro tifoserie non deve allora essere negato il diritto a praticare lo sport ed il tempo libero.

Proprio per tal motivo appare molto significativa la manifestazione indetta dalle associazioni sportive cittadine ( nei confronti delle quali esprimiamo tutta la nostra vicinanza), che venerdì 19 gennaio animeranno  una manifestazione da loro indetta allo scopo di “ difendere il loro diritto allo sport”.

Occasione, conclude il comunicato stampa,

per dire tutti insieme che vogliamo il rispetto dei nostri diritti di cittadini e vogliamo che venga ripristinata la legalità ma non calpestando i nostri diritti”.