Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Sit-in di Casapound davanti ai cancelli della Lamezia Multiservizi

,
454 0
“La gestione del servizio idrico da parte della Lamezia Multiservizi e dell’amministrazione comunale è vergognosa e irresponsabile. A pagare le spese della loro incompetenza sono sempre e solo i cittadini.
Mascaro prenda provvedimenti altrimenti organizzeremo proteste più eclatanti”. A dichiararlo è il consigliere comunale Mimmo Gianturco durante il blitz di protesta svoltosi questa mattina davanti la sede della Lamezia Multiservizi organizzato da una delegazione di militanti di CasaPound per protestare contro i continui disservizi del servizio idrico cittadino.
“Da diverso tempo – afferma Gianturco – i cittadini sono costretti a subire continui disservizi al sistema idrico a causa di una vergognosa gestione della Lamezia Multiservizi e dell’amministrazione comunale che, tentando di nascondere l’incompetenza loro e della precedente amministrazione, addossano le colpe a quei cittadini che non sono più in grado di sostenere i costi del servizio.Gianturco
Inoltre la Giunta Mascaro mette in atto una vergognosa e irresponsabile riscossione dei crediti arrivando addirittura al distacco totale del servizio per i nuclei familiari mentre si ignorano i grandi evasori come aziende ed enti pubblici”.
“L’acqua è un bene pubblico vitale, di prima necessità – continua il leader di CasaPound – e non può essere considerato solo un servizio su cui poter fare cassa. Se la precedente amministrazione di centrosinistra ha lasciato debiti derivati da una cattiva gestione della cosa pubblica, l’attuale amministrazione, dopo ormai quasi due anni, non ha di certo segnato il tanto propagandato cambio di rotta dimostrandosi anzi in piena continuità con la gestione dell’ex sindaco Speranza.
Ci troviamo infatti nelle condizioni in cui da un lato si pretende uno sforzo maggiore da parte dei cittadini dall’altro invece si continua ad accumulare debiti verso la Regione Calabria e la Sorical tanto che quest’ultima riduce la portata dell’acqua a tutta la città con le gravi conseguenze che ormai da diverse sere le famiglie lametine sono costrette a subire.
È inaccettabile che, anche chi paga regolarmente il servizio idrico, debba subire la riduzione della fornitura dell’acqua, specie in questo periodo dell’anno, dove nelle ore serali nelle case non si possono accendere neanche i riscaldamenti. A causa di questa miopia politica a farne le spese sono sempre e solo i cittadini”.
“Il sit-in di questa mattina – conclude Mimmo Gianturco – è stato solo un’azione politica dimostrativa e di denuncia sociale, ma se il Sindaco Mascaro non prenderà immediati provvedimenti atti a risolvere definitivamente questa critica situazione, organizzeremo proteste più eclatanti”.
sit in casapound