Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Sulla sicurezza stradale non si scherza

621 0

Pongo all’attenzione dell’Amministrazione comunale la necessità di rifacimento della segnaletica stradale orizzontale ormai non più visibile in molte arterie stradali cittadine ma anche l’installazione di dissuasori di velocità e di adeguata cartellonistica in prossimità delle scuole, dei parchi e di tutte le polarità urbane notoriamente nevralgiche al flusso veicolare al fine di evitare disagi alla circolazione e, soprattutto, rischi connessi alla sicurezza stradale e della popolazione.

La richiesta proviene dal Consigliere Comunale Nicola Mastroianni (gruppo misto) il quale sottolinea come ” in considerazione quindi dell’approssimarsi della stagione invernale e dei rischi connessi alla circolazione sollecito un intervento tempestivo sulle vie maggiormente interessate dal traffico veicolare senza però trascurare gli indispensabili interventi di manutenzione stradale e la messa in sicurezza di tutte le altre strade comunali di minore interesse comprese quelle di periferia e di montagna che, in alcuni casi, sono rimaste chiuse per molti giorni con grave disagio dei residenti.” Mastroianni indica poi nello specifico le zone che necessitano di interventi:

  • nel quartiere di Sant’Eufemia in prossimità della stazione ferroviaria, dell’hub aeroportuale ma anche nella storica Piazza Italia dove, pur in presenza dell’ufficio postale, della stazione dell’Arma dei Carabinieri, della Chiesa e di molte attività commerciali  e residenziali insiste un limite e un impedimento oggettivo per i passanti ad attraversare la rotatoria stradale.
  • lungo l’arteria stradale di Via Roberto il Guiscardo
  • nel quartiere cittadino in località Scinà, dove insiste il plesso scolastico Don Bosco e il Parco Peppino Impastato, luoghi quotidianamente frequentati da migliaia di persone e dai residenti e su cui si concentrano tutti i pericoli ed i rischi per la sicurezza della popolazione a causa dell’enorme flusso veicolare in entrata e in uscita dalla città; anche in questo caso è indispensabile un intervento massivo perché l’intera zona è carente di adeguata segnaletica stradale e di tutti gli strumenti idonei a contenere e limitare la velocità dei mezzi in circolazione.
  • la mancata ultimazione dei lavori nel tratto terminale dell’altra arteria stradale che corre a valle della zona cittadina lungo Via G. Murat dove, l’imperizia dell’impresa esecutrice non è di meno a quella dell’ufficio tecnico comunale che non garantisce il monitoraggio dello stato dei lavori benchè meno  la bonifica dei rischi per la sicurezza della circolazione stradale