Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Tallini & C. hanno completato l’opera e dato il colpo di grazia ai cittadini del lametino con il declassamento del nostro ospedale a quasi “guardia medica”.

DURO IL VERTICE CITTADINO DEL CDU : “E’ arrivato il momento di difendere Lamezia ed è giusto dimostrarlo a partire dalla contestazione dell’ordinanza che non ci sembra giusta e che potrebbe vanificare lo sforzo fatto da tutti in questi 2 mesi”.
476 0

Quando si parla di sanità all’interno dei consiglio regionale della Calabria, si dovrebbe stare attenti di non discuterne di sera tardi o addirittura a notte inoltrata. Già anni fa, in una discussione notturna e con relativa votazione, Lamezia fu espropriata della sua ASL con i consiglieri e assessori lametini di allora che si erano distratti vista la tarda ora. Questa volta i consiglieri e gli assessori che si considerano difensori del territorio lametino hanno subito lo stessa disattenzione? Questa volta Tallini & C. hanno completato l’opera e dato il colpo di grazia ai cittadini del lametino con il declassamento del nostro ospedale a quasi “guardia medica”. Se questa è stata una decisione politica, ci domandiamo politicamente con chi hanno concordato questa scelta? L’unico politico che sta protestando da tempo è il Sindaco di Lamezia e non crediamo che lui abbia dato il suo consenso. E allora chi è stato ad avvalorare tale scelleratezza? A seguito di questa decisione non ha vinto la politica catanzarese, ma purtroppo ha perso l’intera popolazione del circondario di Lamezia. Un ospedale come il Giovanni Paolo II che potenzialmente ha tutti i requisiti, spazi, servizi, professionalità per spiccare il volo, da diversi anni, ormai, lo si sta spogliando per farlo diventare una cattedrale nel deserto. Né centro di eccellenza, né reparti specializzati, né centro covid-19, ora anche allontanato dall’Azienda Sanitaria Unica (per parlare solo delle spoliazioni sanitarie).

Ma scusate, cosa ha Lamezia in meno rispetto agli altri luoghi? Per l’università di medicina e scienze infermieristiche non potevano utilizzare l’ospedale di Lamezia? (solo per fare un unico esempio). Promesse di valorizzare Lamezia in molti ambiti ne abbiamo sempre avute ma, partendo dalla sanità, sarebbe stato opportuno dare la giusta ricompensa ai tanti lametini che attendono ormai da 50 anni. Sicuramente ora ci sarà l’ennesima promessa che Lamezia avrà la giusta considerazione nel futuro della sanità e non solo, ma questa volta non ci basta. Ci voglio i fatti.

La legislatura regionale per quanto riguarda Lamezia non sembra sia partita con il piede giusto e, quindi, speriamo si possa rimediare al più presto, valorizzando e tenendo nella giusta considerazione l’intero territorio, per non essere costretti a continuare a dire: i politici sono tutti uguali.

          Lametini, è arrivato il momento di difendere Lamezia ed è giusto dimostrarlo a partire dalla contestazione dell’ordinanza che non ci sembra giusta e che potrebbe vanificare lo sforzo fatto da tutti in questi 2 mesi. E poi, dato il declassamento del nostro ospedale, come potremmo affrontare un’eventuale emergenza?