Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Treni in Calabria: niente tagli

Trovati gli escamotage per dare un taglio al rischio soppressione
728 0

Dopo i duri scambi di polemiche, spesse volte anche dai toni aspri, sopraggiungono quanto mai rassicuranti i chiarimenti sui paventati pericoli di numerose soppressioni di treni, specialmente quelli in attività sulla fascia ionica. E, dopo che dall’azienda delle Ferrovie dello Stato era sopraggiunta una nota abbastanza esplicita e di ammonimento alla classe politica ed amministrativa regionale, giunge quanto mai propizio l’intervento da parte dell’Assessore regionale ai Trasporti, Luigi Fedele, e della Presidente f.f., Antonella Stasi, Quest’ultima ha fornito ampie rassicurazioni dopo che, nel corso della mattinata di oggi, s’erano incontrati, su tale problema, con i vertici regionali di Trenitalia, con i quali, ha sottolineato la Stasi, “siamo riusciti a trovare un punto di mediazione”.

Infatti, prosegue la Presidente,  “abbiamo chiesto a Trenitalia, che incontreremo mercoledì prossimo, interventi sui treni a lunga percorrenza. E’ stato anche chiesto un incontro con Rfi per discutere dei tagli infrastrutturali che la società sta facendo in Calabria. Tagli che non sono ritenuti assolutamente congrui dalla Regione e, soprattutto, non sono compatibili con quello che è il programma di investimenti che stiamo facendo su impulso del presidente Scopelliti che ha previsto 80 milioni per l’elettrificazione della jonica mentre Rfi taglia e impoverisce le stazioni. C’è da dire che, molto probabilmente, qualche stazione chiusa recentemente, e mi riferisco a quella di Crotone, sarà riaperta entro il prossimo agosto”. La Presidente Stati ha poi ammesso che la Regione “- è in difetto con Trenitalia per i debiti pregressi che provengono dal passato e per i quali, comunque, sono stati pianificati i pagamenti. Anche per questo, chiediamo migliori servizi sui treni e, magari, la sostituzione di alcune vetture”. “I tagli delle corse dei treni erano stati previsti” – ha  poi ripreso l’Assessore Fedele – “quando ad aprile era stata fatta una delibera che teneva conto della mancanza, in quel momento storico, di fondi necessari a garantire il mantenimento dei servizi fino a fine anno. Con l’assestamento di bilancio, però, abbiamo individuato una somma notevole rispetto alla quale abbiamo ottenuto l’ok della giunta in vista del via libera nella riunione del Consiglio regionale in programma per il 25 giugno.

Avendo reperito questi fondi rimarranno tali e quali le corse Sibari-Metaponto, Reggio-Roccella-Catanzaro Lido. Il collegamento tra Lamezia e Catanzaro verrà garantito da quattro corse su ferro e due su gomma, con nessun disagio per l’utenza. Nella tratta Rosarno-Tropea-Lamezia abbiamo ridimensionato il taglio che riguarderà solo due corse con la novità per la stagione estiva, attuata insieme all’assessorato al turismo, di un collegamento extra con tutti gli aeroporti calabresi dalle varie località turistiche”. Nell’avviarsi alla conclusione del suo intervento,  l’Assessore ai Trasporti ha inteso precisare che “ i piccoli tagli attuati saranno, comunque, provvisori perché da gennaio si tornerà alla normalità”. “Abbiamo chiesto di utilizzare 60 milioni di fondi Fas, che non sono risorse del Governo centrale ma soldi già destinati alla Calabria, per dare sicurezza al trasporto pubblico locale.

In mancanza di questa soluzione c’è il rischio che il settore vada letteralmente in tilt”. Sulla definita soluzione del problema si registra comunque, come ha sottolineato l’Assessore Fedele, la grande disponibilità “da parte del ministro per gli affari regionali Maria Carmela Lanzetta che ha preso a cuore la situazione. Mi auguro che essendo il mio partito l’Ncd e il Pd assieme al governo questa volta si possa trovare la giusta soluzione. Viceversa avremo veramente dei problemi a coprire economicamente gli ultimi due mesi dell’anno con conseguenze immaginabili”.