Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

UGL trasporto aereo,il Segretario regionale Angelo Di Bua Giancarro,tuona : Oliverio e Russo , generatori di confusione e “rabbia”

,
645 0

Come non essere d’accordo, purtroppo?? Personalmente, anzi, aggiornerei al rilancio la percentuale di codesta citazione al 99%.

Il sentimento della vergogna, in particolare, pare sia definitivamente scomparso tra i politicanti che di giorno fanno i moralisti e di notte si spartiscono le vesti dei poveri cristi. Non contenti, addirittura, hanno il coraggio di blaterare offese e spingere, ancora più a fondo, il coltello nelle piaghe. Vergognatevi, appunto!!!

A pensarci bene però perché dovrebbero? I loro valori non sono i nostri valori, le loro pene non sono le nostre pene, delle nostre oggettive difficoltà quotidiane, nessuna parvenza solidale. Loro hanno mutato pelle, sono diventati famelici predatori e noi, invece, siamo prede destinate a soccombere.

La premessa, almeno per chi scrive, è necessaria per introdurre le dichiarazioni rilasciate sabato 27 ottobre, dall’assessore regionale alla logistica e al sistema portuale Francesco Russo che ribadisce “il cambio di passo della Regione che, con azioni mirate, supporta una visione di sviluppo multifunzione e lavora intensamente sul versante logistico di tutta la Calabria”.

Alla domanda fatta dal giornalista: “Quali sono le azioni per rilanciare aeroporti e rete ferroviaria?”, l’impavido assessore regionale F. Russo ha risposto: “……………Un miracolo che questi tre aeroporti siano ancora vivi. Abbattendo i costi tradizionalmente appannaggio della politica e facendo un’operazione di pulizia fortissima, oggi abbiamo solo addetti necessari”.

Non me voglia l’esperto e accurato pulitore regionale “Mastro Lindo” assessore F. Russo, ma nelle profuse dichiarazioni rilasciate ha omesso l’aggettivo senza il quale la sua pulizia rimane, ahimè, opacizzata: pulizie si, ma “PULIZIE ETNICHE“. Questo è ciò di cui siete stati capaci, lei ass. Russo e tutta la Regione con, in primis, il Presidente della Giunta regionale M. Oliverio. Voi e cioè, Regione, ex Provincia e Comune, eravate i soci della ex sogas e voi avete con “responsabilità” portato al fallimento la sogas e lasciato licenziare circa 70 dipendenti, la maggior parte dei quali over 50 e con famiglie mono reddito oggi volutamente dimenticati e abbandonati da voi politici senza vergogna. Per la verità, però, ammetto che alcuni ex dipendenti sogas durante le “pulizie etniche” di cui lei, assessore F. Russo si vanta, non sono stati “ripuliti” abbastanza a dovere e sono rimasti a lavorare con la SACAL proprio perchè, come dice lei, erano e sono addetti necessari; alcuni esempi:

-il fratello del Direttore ENAC dei 3 scali calabresi;   -un dipendente della ex sogas, a suo tempo addirittura normalmente retribuito con soldi sogas prima ancora di essere assunto, il tutto organizzato dal “famoso” C. A. Porcino, ex presidente della fallita società;   -gli iscritti, chi non lo era ha fatto carte false per affiliarsi alla premiata ditta filt-cgil del segretario regionale Costantino, tanto cari al presidente della Regione Oliverio.

Tutte coincidenze, ovviamente!

Pertanto, assessore regionale F. Russo, nel ringraziarLa per le belle, anzi pulite, parole pronunciate su coloro che voi politici avete annientato senza pietà alcuna, la invito a riflettere sul sentimento della vergogna in quanto emozione dell’autoconsapevolezza, perchè in futuro lei e tanti come lei possiate abbandonarvi a questo sentimento e rimediare prima che sia troppo tardi.

In ultimo caro assessore, la informo che le sue dichiarazioni non corrispondono con quanto dichiarato dal direttore generale della SACAL FARABBI. Infatti nell’ultima riunione con le OO.SS. del 22 ottobre, lo stesso  informava  le sigle sindacali presenti al tavolo  sulla necessità di assunzioni ulteriori; inoltre candidamente informava i presenti di aver consumato un lauto pasto in quel di Gambarie a base di carne di capra offertogli da uno dei sindacalisti presenti al tavolo. Ovviamente, il consiglio che mi sento di darLe, caro assessore Russo, appreso che Farabbi è una buona forchetta, è quello di invitarlo ad una bella mangiata di carne di cavallo come si usa dalle sue parti, e perché no , inviti pure il suo caro Governatore. Concludo la presente salutandola.

Con tutta la stima di cui Ella è degna

 

UGL TRASPORTO AEREO

IL SEGRETARIO REGIONALE CALABRIA

 Angelo Di Bua Giancarro