Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Un fondo per mantenere l’occupazione nelle piccole imprese

Presentato dal dipartimento lavoro della Regione Calabria. Il tasso applicato è solo dell'1%
523 0

L’assessore regionale al lavoro Nazzareno Salerno ha illustrato, oggi, in una conferenza stampa che si è svolta a Catanzaro, a palazzo Alemanni, sede della presidenza della Giunta, l’avviso pubblico per il mantenimento dell’occupazione in Calabria attraverso il fondo rotativo. All’incontro con la stampa erano presenti anche il direttore generale Vincenzo Caserta, il dirigente del settore lavoro Cosimo Cuomo e il funzionario del dipartimento Giuseppe Mancini.

Si tratta – ha dichiarato Salerno – di un bando straordinario, snello e flessibile, unico in Italia. Praticamente – ha spiegato l’assessore al lavoro – attraverso un fondo di rotazione, in un momento in cui le banche non concedono credito, la Regione concede liquidità ai titolari di partita Iva che si impegnano a non licenziare per almeno 36 mesi. Inoltre, anche con il contributo della Fondazione Calabria Etica, abbiamo snellito e velocizzato le procedure: sono sufficienti, infatti, 30- 45 giorni dalla presentazione delle domande per l’erogazione di un finanziamento a tasso agevolato, della durata massima di 60 mesi a decorrere dalla data di sottoscrizione del contratto, alle micro, piccole e medie imprese, ai lavoratori autonomi, alle società partecipate dagli enti locali e degli organismi in house.

Il tasso applicato ai finanziamenti concessi è in misura fissa pari all’1%. Le risorse finanziarie messe a disposizione dell’intervento ammontano a 20 milioni di euro. Il finanziamento massimo ammissibile per singola impresa è pari a 500 mila euro. L’importo del finanziamento teorico è determinato in base alla categoria di appartenenza delle imprese moltiplicato il numero dei dipendenti. Importo massimo per dipendente: micro impresa 15 mila euro; piccola impresa 12.500,00; media impresa, lavoratori autonomi, società partecipate da enti locali ed organismi in house 10 mila euro.

L’avviso pubblico – ha evidenziato ancora l’assessore Salerno – è a sportello ed ha validità, in una prima fase, fino ad esaurimento delle richieste presentate. Successivamente, comunque, l’effetto rotazione consentirà di finanziarie le altre imprese sulla base dell’ordine cronologico di presentazione delle domande. Questo bando – ha infine rimarcato l’esponente della Giunta regionale – ci dà la possibilità di guardare avanti, anche perché, messo insieme agli altri strumenti già avviati, forma un pacchetto che può contribuire a far uscire la Calabria dalla crisi.

Il dirigente Caserta ha parlato dell’importanza di procedere su tre filiere: “il non superamento dei 26 mila lavoratori percettori di ammortizzatori sociali, la prevenzione dei disagi e il rilancio della programmazione futura”