Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Un “ orrore” il volantino diffuso dalla “ Lega Crotone”

È quanto afferma la consigliera regionale Flora Sculco che aggiunge: “Nel testo del volantino si affermano concetti e si pronunciano parole che denigrano, oltraggiano e offendono la dignità delle donne”.
500 4
Un “ orrore” il volantino diffuso dalla “ Lega Crotone”

“È a dir poco un ‘orrore’ il volantino che già in queste ore è stato diffuso e che sarà distribuito e divulgato nella giornata dell’8 marzo, in occasione della festa della donna, da parte della Lega di Crotone”.

È quanto afferma la consigliera regionale Flora Sculco che aggiunge: “Nel testo del volantino si affermano concetti e si pronunciano parole che denigrano, oltraggiano e offendono la dignità delle donne e le battaglie che nei decenni sono state combattute per conquistare risultati di civiltà e di democrazia”.

“Mentre da una parte – prosegue – le donne, nella società, sul luogo di lavoro, in famiglia, in politica e nelle istituzioni, nel mondo associativo, sono impegnate sempre più per affermare e condividere percorsi paritari e diritti che ancora oggi vengono negati, dall’altra, la lega a Crotone vorrebbe farci fare un balzo all’indietro nella storia di almeno un secolo! Un tuffo nell’oscurantismo e nel Medioevo che spaventa e preoccupa!”.

“Quello che si vorrebbe far passare per un semplice volantino è un insulto che in alcun modo si può tollerare né accettare! Addirittura – continua la consigliera – si ribadisce, sempre nel volantino, il ‘ruolo naturale’ ed ‘infungibile’ della donna che, a detta degli antropologi e sociologi leghisti di Crotone sarebbe quello della promozione e del sostegno della famiglia. Tanto per capirci “a lavare piatti e rassettare casa!”. E non sia mai! che la donna aspiri ed ambisca percorsi di autodeterminazione e libertà da pregiudizi e da stereotipi! Sarebbe un oltraggio ed un affronto all’uomo! Ma mi facciano il piacere, gli amici della Lega di Crotone!” – rilancia Flora Sculco.

“La nostra città, Crotone, è la terra di Teano filosofa e matematica della scuola Pitagorica! La Calabria è terra di Giuditta Levato ed Angelina Mauro che con la loro morte hanno pagato il prezzo delle lotte per la terra! Di Rita Pisano, madre di 6 figli e sindaco per 20 anni di una città del cosentino, ritratta da Picasso! Di Caterina Tufarelli prima donna sindaco eletta in Italia a soli 24 anni quando, nel 1946, alle donne venne concesso il diritto di voto….e tante, tantissime altre donne forti e coraggiose, la cui storia – evidenzia l’esponente politico – non potrà essere confutata e né cancellata da un misero volantino che è carta straccia!”.

“Le donne hanno smesso da tempo di stare in disparte ed affacciate alla finestra! Il loro impegno, la loro passione, la loro determinazione e la loro partecipazione – conclude Flora Sculco – rappresentano un contributo irrinunciabile di cui la storia di ieri, di oggi e di domani non potrà più fare a meno!”.

  • Onorevole Sculco il senso del volantino mi sembra ben altro leggendolo attentamente, detto questo chiedo, siete già in campagna elettorale? Se lo siete parlate della giunta che governa questa città, parlate delle strade piene di buche, spiegate l’Accise sui carburanti che la provincia prende, ma forse dimentico che voi avete i soldi quindi quanto costa il carburante non vi frega nulla

  • Ma fino ad oggi la signora dov’era ?
    ma lo sa’ la signora i problemi di Crotone e di tante cittadine Calabresi quali sono ?
    Ogni piritu……………..

  • l’orrore è dare ancora la scena ai condannati

  • Solo altri i veri problemi di Crotone. ..certo che ci si attacca a tutte le pagliuzze e non si guardano le travi….