Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Unico percorso per tutti i Consorzi di Bonifica

Porterà più equità e trasparenza nell'emissione dei ruoli, per i 315 mila consorziati
593 0

Un messaggio chiaro ed inequivocabile quello emerso in occasione della conferenza stampa, nella sede dell’Urbi Calabria, a Catanzaro, dove sono stati presentati i criteri tecnici e l’iter politico/amministrativo che ha portato all’elaborazione e approvazione da parte dei consigli dei delegati dei consorzi di bonifica dei piani di classifica conformi ai criteri delle direttive regionali, (articolo n.24 della L. R. n.11/2003); alle indicazioni dell’associazione nazionale delle bonifiche irrigazioni e miglioramenti fondiari (ANBI), nonche’ alle linee guida emanate dalla Giunta Regionale con D.G.R. 14 del 16 gennaio 2014. Un’ulteriore prova di efficienza del mondo consortile calabrese che, rispettando i termini assegnati dalla Giunta Regionale, ha approvato questo importante strumento che portera’ maggiore equita’ e trasparenza nell’emissione dei ruoli di oltre 315 mila consorziati. Pietro Molinaro, presidente Coldiretti Calabria:

”I patti si rispettano ed i Consorzi di Bonifica li hanno rispettati; in poco piu’ di un anno (DGR 196 del 30 maggio 2013 con la quale avvia l’iter per la definizione delle indispensabili Linee guida) siamo riusciti ad arrivare ad un risultato atteso da piu’ di 11 anni”- ha sottolineato Molinaro– ”impegno, determinazione e lavoro di squadra, con il supporto del dipartimento regionale agricoltura e dell’assessore Trematerra, hanno consentito di recuperare questo ritardo, che rafforza la trasparenza e l’autogoverno degli agricoltori che possono finalmente contribuire con criteri ed indici trasparenti nella gestione di servizi essenziali”.

Marsio Blaiotta, presidente Urbi Calabria:

”L’essersi voluti dotare di un unico iter per tutti i consorzi e’ proprio il frutto del lavoro di squadra, l’ausilio del dottor Donnini e dell’associazione nazionale bonifiche ed irrigazioni ci ha permesso di ”convincere” la Regione Calabria ad accelerare rispetto agli adempimenti di sua competenza a partire dalle linee guida che erano propedeutiche alla stesura di ogni singolo piano di classifica”.