Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Verifiche di vulnerabilità sismica per diverse scuole cittadine : qualcosa non va !

400 0

rifiuti

“Finalmente anche le scuole – afferma l’attivista del Meetup 5 Stelle Lamezia Amici di Beppe Grillo, ingegnere Luca Truzzolillo – dovranno essere sottoposte a verifiche di vulnerabilità sismica, come richiesto dalla legge e come costantemente da noi ripetuto in questi ultimi anni. Più volte abbiamo pubblicamente  interpellato sindaci, giunte e dirigenze sulle reali condizioni degli edifici scolastici cittadini, chiedendo interventi che mirassero non solo alla risoluzione dei problemi di staticità delle strutture, ma anche la pubblicazione dei coefficienti di vulnerabilità sismica. Così da mettere i genitori nelle giuste condizioni per scegliere con criterio l’edificio scolastico dei propri figli. Nessuna risposta, nessun coefficiente!”

“L’ordinanza n° 3274 del 20 marzo 2003 del Presidente del Consiglio dei Ministri, che sancì,  qualche mese dopo la strage di San Giuliano di Puglia, l’obbligo della progettazione sismica dei nuovi edifici e la verifica per quelli già esistenti, è servita solamente a lavare qualche coscienza”.

“La necessità di adeguamento sismico degli edifici e delle opere strategiche (caserme, ospedali scuole) in capo alle Amministrazioni pubbliche, fa riferimento a tutte le strutture di rilievo, soprattutto a quelle suscettibili di accogliere comunità di dimensioni significative. Ad oggi, però,  – prosegue l’esponente del locale meetup – nella nostra città non sono mai stati diffusi gli elenchi degli edifici pubblici e del loro grado di rischio sismico, nemmeno delle scuole, che continuano ad essere precarie ed inadeguate ad assorbire fenomeni sismici di una certa entità”.

“Oggi il MIUR stila una graduatoria per il finanziamento delle verifiche di vulnerabilità, a cui partecipano ben 500 scuole calabresi, più della metà selezionate  per accedere ai contributi. Il Comune di Lamezia Terme compare 16 volte, ma mancano alcune delle scuole escluse da una delle tranche di finanziamenti del POR Calabria al cui bando si era partecipato. Ma questa è un’altra storia.  Entro il 31 agosto 2018 si dovrà provvedere alle verifiche strutturali e solo dopo si potrà procedere alla stesura di un progetto concreto di adeguamento sismico.  Finalmente il Governo si muove nella direzione giusta, sopperendo alle mancanze delle amministrazioni locali, finanziando quanto spettava programmare ai Comuni nei loro bilanci previsionali e imponendo tempi ristretti per intervenire celermente”.

“Alla luce degli obblighi normativi, delle immediate necessità  ed anche degli ultimi eventi sismici che hanno interessato il territorio, ci auguriamo davvero che stavolta a Lamezia Terme l’anno scolastico inizi con la pubblicazione dei coefficienti di vulnerabilità  di tutte le scuole e con un quadro degli interventi da realizzare finalmente chiaro e completo. E’ nell’interesse di tutti, dai dirigenti preposti ai Commissari straordinari, tutelare il destino dei loro e dei nostri figli.  Un’occasione da non perdere – conclude Truzzolillo – per iniziare concretamente a programmare il recupero e la messa in sicurezza di tutti gli edifici scolastici della nostra città”.