Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Verso l’ente fiera a Catanzaro Lido

Aggiudicata la realizzazione alla Conpat di Roma nell'area Magna Grecia, a Lamezia ancora tendoni smontabili
,
602 0

E’ stata aggiudicata alla Conpat scarl, con sede legale a Roma,la gara per la realizzazione dell’ente fiera nell’area Magna Graecia di Catanzaro Lido. L’aggiudicazione fa seguito alle osservazioni presentate al Responsabile unico del procedimento da Consorzio Stabile Galileo relative all’affidamento dell’appalto. La Suac,quindi, propedeuticamente all’efficacia del provvedimento di aggiudicazione, relativamente alla verifica del possesso dei requisiti generali dichiarati in sede di gara, ha avviato attraverso il sistema AVC Pass dell’ Anac l’istruttoria ai sensi dell’articolo 36, comma 6 del Dlgs n°50/2016 in capo all’aggiudicatario e al concorrente che segue il graduatoria. A seguito della verifica, la commissione di gara, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 33 del Dlgs n°50/2016, ha proposto l’aggiudicazione all’operatore economico “Conpat scarl” dei lavori di riqualificazione dell’area Magna Grecia di Catanzaro Lido destinata a Ente fiera. Questo in quanto l’articolo 32 comma 5 del Dlgs n°50/2016, stabilisce che “la Stazione appaltante, previa verifica della proposta di aggiudicazione al sensi dell’articolo 33 comma 1 provvede all’aggiudicazione e il successivo comma 7 prevede che l’aggiudicazione diventa efficace dopo la verifica del possesso dei prescritti requisiti.

Per cui con determina del dirigente del settore gestione del territorio, Gennaro Amato, ha fatto propri i verbali di gara, e ha proceduto all’aggiudicazione dei lavori, con sospensione dell’efficacia della stessa fino all’esito delle verifiche di cui all’articolo 32 comma 5 del Dlgs n°50/2016, in favore della “Conpat scarl”. La commissione di gara era composta dall’architetto Andrea Adelchi Ottaviano,presidente, dall’ing Daniela Dal Soglio e dall’ing Giovanni Quattromani. Ha svolto le funzioni di segretaria verbalizzante, la dottoressa Carolina Bianco. Tutti e quattro i componenti sono dipendenti interni all’ente di via Iannoni. L’importo dei lavori a base d’asta è di 2 milioni 815 mila 821 euro iva esclusa , oltre agli oneri per la sicurezza(non soggetti a ribasso) e un ribasso percentuale del 18,50 per cento.