Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Vicenda Icom: l’Amministrazione risponde a Mastroianni

457 1

Il consigliere Mastroianni non ha scoperto nulla di sensazionale sulla vicenda Icom. E’ sensazionale invece la vicenda Icom nel suo complesso a partire dal doppio acquisto dei terreni in pochi giorni e a prezzi lievitati (da 50.000 euro ad oltre 4.800.000,00 euro ). Le lettere da lui citate sono tutte pubbliche e protocollate dal 2007-2008, discusse più volte pubblicamente e quindi non è “spuntata” alcuna lettera segreta dall’Icom al Comune. E’ stata l’attuale Amministrazione a proporre al proprietario dell’Icom (Ing. Noto), di spostare l’investimento in c.da Rotoli dove era possibile costruire rispettando le norme urbanistiche e la legge. Su queste basi si avviò infatti un confronto e un dialogo tra le parti.

Cosi inizia il comunicato stampa dell’Amministrazione Comunale di Lamezia Terme in risposta alle notizie riportate dal Consigliere Comunale Nicola Mastroianni (misto). Per il Comune ” la risposta dell’Icom, citata da Mastroianni, moltiplicava i costi a carico del comune e ribaltava completamente le discussioni già avviate. L’amministrazione quindi, non rispose alle richieste raddoppiate dell’Icom per evitare che si chiudesse definitivamente la discussione avviata tra le parti. La motivazione fu quella di continuare a mantenere aperto il dialogo verbale tra gli avvocati per superare le richieste spropositate e raggiungere un accordo. Questi sono i fatti ieri ed oggi. Se il consigliere Mastroianni ritiene di dover riferire qualcosa all’autorità Giudiziaria lo faccia tranquillamente. Di tutta la vicenda Icom si è sempre discusso in Consiglio Comunale, da ultimo a fine ottobre scorso e l’Amministrazione proprio dopo questa riunione  del consiglio comunale avanzerà  una nuova proposta transattiva, pur avendo dimostrato attraverso i tecnici che, le richieste di risarcimento dell’Icom  sono non giuste e non dovute”

  • A più di qualcuno probabilmente la verità fa male. I fatti e le memorie storiche dicono e dimostrano altro!!! Vedremo…