Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Vigor Lamezia ad un passo dalla storica permanenza tra i professionisti

Ma bisogna battere la coriacea Paganese per poter anche fare un pensierino alla Coppa Italia Tim
503 0
Vigor Lamezia ad un passo dalla storica permanenza tra i professionisti

Onore al merito di una Società, di uno staff tecnico, di un parco giocatori che hanno saputo  onorare il calcio in una stagione a dir poco per loro esaltante, che si sta chiudendo con la conquista matematica della permanenza in quella che è la terza Serie in assoluto del calcio nazionale.

In altre parti, in altre piazze calcistiche più o meno “storiche”, la crisi, che ha investito pure ( e come!) tale settore, sta producendo effetti deleteri, con bilanci al passivo, con fallimenti evidenti, con giocatori che  azzerano le loro prospettive di carriera e con tanti giovanissimi che – pur amando il calcio ed avendone il DNA nelle loro vene – preferiscono spostare altrove i propri interessi ed i propri obiettivi.

Ma la Vigor Lamezia esula da tale riflessione e dà una risposta a tutto campo a quanti credevano che fossero i milioni di euro a fare le differenze ed a vincere i campionati.

Oggi, domenica 12 aprile,  ormai ad un mese di una logorante stagione agonistica, i beniamini biancoverdi possono strappare un brindisi all’obiettivo max che si erano sognati fin dall’inizio di campionato; anzi, la Vigor Lamezia ora di obiettivi ce ne ha due:

  1. la permanenza anticipata tra i professionisti;
  2. la possibilità di schierarsi ai nastri di partenza della prossima Coppa Italia Tim.

“…E che si vuole più dalla vita…”, ci ricorda un noto motto popolare. E però bisogna liquidare serenamente un ultimo ostacolo: la Paganese.

I campani stanno dinnanzi alla soglia dei play out ma senza eccessive paure: i punti di penalizzazione al Savoia e all’Ischia hanno contribuito a dare un più forte spessore di sicurezza di fronte a tale rischio. Ma, come si sa, è sempre bene stare sul chi va là e mandare un messaggio ai biancoverdi lametini:  “noi venderemo cara la pelle”. Cosa che farà pure l’undici di mister Erra in un pomeriggio che merita la grossa e coreografica  cornice di pubblico al “D’Ippolito”, ove – ad attendere questi 90 minuti di gioco, ci sta un manto erboso che è tra i più belli in Calabria; tutto questo merito di un giardiniere innamorato dell’attività che fa, l’ormai mitico “zio Pino”, da tutti stimato e quindi amato.

Per concludere, le informazioni tecniche:

mister Erra ha convocato per questa gara i seguenti giocatori (distinti per ruolo):

Portieri: Forte, Piacenti,

Difensori: Di Bella, Di Marco, Filosa, Gattari, Kostadinovic, Malerba, Spirito

Centrocampisti: Battaglia, Maglia, Papa, Puccio, Rossini, Voltasio

Attaccanti: Catalano, De Giorgi, Del Sante, Held, Improta, Montella.

Quasi tutti presenti, tranne lo squalificato Fabio Scarsella e gli infortunati Francesco Rapisarda e Alessandro Pirelli .

Attenzione ai diffidati, che sono: Del Sante ,Held ,Puccio