Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Visita in Calabria di Reginald Green

Il papà di Nicholas colpito a morte da un proiettile 20 anni fa per un tentativo di rapina sull’A3 Sa – RC- Testimonierà il valore dei trapianti di organi
1.03K 0

Il prossimo 1° ottobre segnerà i venti anni da quando NICHOLAS GREEN terminava, a soli sette anni, la sua tenera esistenza, dopo una lunga agonia all’ospedale di Messina.

Il bambino statunitense, la cui storia commosse il mondo intero, fu colpito da un proiettile nel corso di un tentativo di rapina mentre si trovava in auto sull’autostrada Salerno – Reggio Calabria, assieme ai genitori e alla sorellina, allora di appena quattro anni.

Nicholas_Green

La famiglia Green era venuta in Italia per una visita.

Una storia tragica e triste, che però venne illuminata dal grande gesto compiuto dai suoi genitori, che decisero- con grande coraggio – di autorizzare la donazione degli organi del loro bambino a beneficio di sette italiani malati, quattro dei quali in stato di adolescenza.

Nei prossimi giorni proprio Reginald Green, il papà di Nicholas, ritornerà in Italia, e specificatamente in Calabria, per ricordare – da questo posto – quel giorno particolare, ma anche per riaffermare con la sua forte testimonianza il valore dei trapianti di organi che, secondo il Segretario Questore del Consiglio regionale della Calabria – Giovanni Nucera – , “ grazie proprio alla tragedia che ha colpito la famiglia Green, ha registrato in Italia una grande impennata.

Nucera ha sottolineato che proprio la Regione Calabria ha depositato nello scorso mese di aprile una proposta di legge regionale concernente “Norme in tema di donazione degli organi e dei tessuti”, ma che ancora non è riuscita- purtroppo – anche dopo lunghi mesi, a completare l’iter per la sua definizione in Commissione, e approvazione in Consiglio regionale.