Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Altri due appuntamenti per omaggiare Michel Petrucciani

661 0

Dopo il successo del concerto tenuto presso il Peperoncino Jazz Festival “Summer 2014.il progetto “Hommage à Michel Petrucciani viaggia ancora per la Calabria per lungo e per largo, il 27 agosto lo troveremo a Torre Melissa (kr) nella manifestazione “Vino e Cultura” Live Concert Jazz, organizzato dagli Assesorati alla Cultura e al Turismo e il 13 settembre alla manifestazione  Altomonte Festival “Di Vino jazz”. Gli appuntamenti dedicati al Grande Pianista Michel Petrucciani tra giugno e agosto hanno riscosso ovunque lusinghieri giudizi di pubblico e di critica, prova ne è il fatto che nel mese di ottobre il progetto varcherà le soglie della Calabria per incontrare la Sicilia, la Puglia e la Campania.Egidio Ventura ha rilasciato una breve riflessione sul grande Pianista Francese

fra gli italiani, lo ricordo bene gli spettatori del Festival di Sant’Anna Arresi del 1998: un bimbo minuscolo che arrancava con le grucce come suo padre, il quale per molto tempo non potè camminare e spesso fu portato in braccio anche sul palcoscenico.

Ritornando al progetto su Petrucciani, firmato da Egidio Ventura e sostenuto da una robusta ritmica Silvio Ariotta al basso ed Emanuele Fuduli alla batteria, il repertorio che suoneranno riprende alcuni dei brani più popolari del vasto repertorio di Petrucciani che nel corso degli anni ha registrato un totale di ben 32 album, guadagnandosi il rispetto della Comunità jazz americana e mondiale per la sua straordinaria tecnica, l’eleganza di esecuzione e la sua energia carismatica. Sono splendidamente reinterpretati, ma fedeli all’originaria carica di vitalità, brani come “Looking up” e “Black Magic” seguito da Miles Davis Lick’s, altre due composizioni che che che si alternano ai tecnicismi vorticosi del pianoforte in uno stile fusion; brani evocativi di grande lirismo come “Cantabile” e “Brazilian Like”. A seguire, si torna ai fraseggi limpidi e squillanti di un jazz sincero e disarmato, privo di orpelli intellettualistici ma con un notevole vigore espressivo. “September second”, una composizione italiana scritta da Bruno Martino “Estate” bellissima ballad, chiuderà i 2 concerti stabiliti rispettivamente 27 agosto e 13 settembre.