Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Analisi di Bankitalia sull’attuale stato della nostra economia regionale

In positivo il settore industriale; giù tutti gli altri
525 0

Anche nel decorso anno, l’economia regionale ha mostrato segnali preoccupanti di fermo,una tendenza in negativo già riscontata con l’inizio dell’attuale, grave crisi a livello nazionale ed europeo. A tastare il polso della situazione, è stata autorevolmente la Banca d’Italia, attraverso un circostanziato resoconto che è stato illustrato oggi, nel corso di una iniziativa pubblica che si è svolta nell’Università’ “Magna Graecia” di Catanzaro.

La relazione evidenzia come, nel 2013,  l’attività economica in Calabria ha continuato a contrarsi. Ed in particolare, secondo le stime di Prometeia, il prodotto regionale in termini reali è diminuito del 2,8 per cento (-3,2 nel 2012). La sola nota positiva, anche se ancora flebile, deriva dal settore industriale, dove, sostiene BankItalia:

La fase recessiva si è gradualmente attenuata, lasciando spazio a qualche segnale di stabilizzazione tra la fine dell’anno e il primo trimestre del 2014. La difficile situazione congiunturale – ha evidenziato il rapporto – si è riflessa ancora sull’accumulazione di capitale e sulla domanda di lavoro. Le esportazioni di merci si sono complessivamente ridotte; un andamento in controtendenza si registra tuttavia nell’industria alimentare.

Ovviamente, ora, dall’analisi bisogna fare un passo da giganti verso le ricerche delle linee più essenziali per far ripartire la macchina produttiva regionale, andando a “parare” i colpi rivitalizzando quei settori dell’economia che da sempre sono indicati come i più congeniali alla nostra Regione: turismo, agricoltura, artigianato e, visto i dati positivi accertati, includendo anche il settore industriale.