Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Biblioteca di Lamezia, mostra con artista palestinese

,
405 0

Si terrà a Palazzo Nicotera, lunedì 18 gennaio a partire dalle ore 17:30, l’inaugurazione della mostra d’arte contemporanea “Conflict by Ahmed Khoswan”. L’evento, organizzato dal Sistema Bibliotecario Lametino in collaborazione con la Biblioteca Comunale, è stato fortemente voluto dai artista palestinese, mostra pitturaragazzi del collettivo Manifest che – tramite Domenico D’Agostino – si sono occupati di curare la mostra di questo promettente artista palestinese. Durante la serata, alla presenza dell’artista, verrà proiettato anche il corto “Ahmed Khoswan’s Conflict”, autoprodotto sempre da Manifest, che racconterà il dietro le quinte della mostra. Il Sistema Bibliotecario ha accolto con entusiasmo l’invito dei blogger di Lamezia sottolineando come la promozione dell’arte nel territorio, in particolar modo da parte dei giovani, sia di nevralgica importanza in spazi pubblici e condivisi come quello di Palazzo Nicotera. La mostra, infatti, arrederà una sala del palazzo, rimanendo fruibile e visitabile fino alla prima settimana di marzo.

Ahmed Khoswan (classe ’86) nasce a Nablus nel cuore della Cisgiordania. Fin da piccolo, come racconta lui stesso, fondamentale è l’aiuto della madre nel suo avvicinamento all’arte. Si laurea in Arte alla “Al’ Najah National University” per poi giungere in Italia, a Firenze, dove consegue un master in Interior Design. Adesso, invece, studia all’Università della Calabria ed è laureando in Storia dell’Arte. Dominato da un eclettismo considerevole: “Ho da sempre avuto un’ossessione per i colori ad olio. Volevo riuscire ad utilizzarli per realizzare principalmente ritratti e arte figurativa. Nei disegni invece utilizzo la matita, talvolta mescolata ad inchiostro. Mi preoccupo di mostrare, nel volto, il risultato di tutti i complicati processi che avvengono dietro un’emozione e di dargli quasi una sorta di continuità con lo sfondo.”
E di tanti e complicati processi psicologici sono dominate le dieci opere che in “Conflict” Ahmed esporrà a Lamezia. Un conflitto interiore, all’interno dell’essere in quanto umano, che diventa seme e archetipo di ogni vero conflitto, armato o sociale che sia.