Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Calabria Jazz Meeting approda a Cetraro

Tutta la Calabria del jazz da oggi in una “tre giorni” di seminari, dibattiti, showcase e concerti.
1.09K 0

Dopo il successo degli anni scorsi, da oggi pomeriggio (venerdì 29 settembrea domenica 1 ottobre, grazie al forte volere del Vicesindaco Fabio Angilica e di tutta l’amministrazione comunale guidata da Angelo Aita, nonché del consigliere regionale Giuseppe Aieta – il quale quasi dieci anni fa, insieme all’allora assessore alla Cultura Angilica, nella sua funzione di Primo Cittadino ha accettato la scommessa di Sergio Gimigliano di trasformare Cetraro nella capitale del jazz calabrese – la località tirrenica famosa in tutta la regione per il suo importante e attrezzatissimo Porto Turistico ospiterà la quarta edizione del “CALABRIA JAZZ MEETING” (CJM), congresso annuale degli operatori del settore che anche quest’anno costituisce l’atto finale del Peperoncino Jazz Festival, rassegna itinerante che in occasione della sua XVI edizione, facendo tappa in una trentina di località di tutte e cinque le province della regione, ha caratterizzato e arricchito culturalmente l’estate calabrese 2017.

 Nato nel 2014 da un’idea di Sergio Gimigliano Francesca Panebianco a seguito dell’avvertita esigenza di realizzare un appuntamento annuale sul jazz in Calabria che fosse una occasione di incontro e di confronto tra tutti gli operatori del settore (musicisti, organizzatori di festival e rassegne, direttori artistici di jazz club, docenti di jazz presso Conservatori e scuole di musica, titolari di etichette discografiche, titolari di studi di registrazione, negozi di strumenti musicali, giornalisti ecc.) e costituisse, al contempo, un momento di riflessione attorno all’attività produttiva, concertistica ed organizzativa della nostra regione, il CJM anche quest’anno si sostanzierà in una intensa “tre giorni” ricca di conferenze, dibattiti, concerti, showcase, “Dee Jazz Set”  ma anche di seminari musicali e workshop  e costituirà, altresì, un contenitore ricco di eventi ed un concentrato di appuntamenti da non perdere anche per tutti i jazzofili e gli appassionati calabresi, che avranno l’occasione di conoscere l’offerta didattica di scuole di tutto il territorio regionale, reperire i programmi dei festival e dei locali che abitualmente offrono una programmazione musicale di qualità, conoscere musicisti ed organizzatori e, naturalmente, assistere a interessanti convegni e tanti momenti musicali di altissimo livello.

 Passando in rassegna a grandi linee il ricco programma allestito dagli organizzatori, si osserva che la prima giornata (VENERDÌ 29 SETTEMBRE) sarà interamente dedicata agli showcase di presentazione dei nuovi progetti artistici e discografici dei musicisti calabresi.

 Dopo la registrazione dei partecipanti, le attività inizieranno alle ore 15.30, quando saliranno sul palco i NEVER END (trio proveniente dal basso Tirreno cosentino formato dalla cantante Sonia Angelisi, dal chitarrista Lorenzo Iorio e dal percussionista Fabio Fusilli), dopo i quali il chitarrista di Rende PAOLO VISCARDI presenterà un interessantissimo “Gipsy Project” avendo al suo fianco il talento italiano della sei corde manouche Salvatore Russo e il contrabbassista pugliese Danilo Amato.

Seguiranno, poi, gli showcase dei MORUGA – duo cosentino composto dalla cantante Nives Raso e dal chitarrista Flavio Scanga – dei VUELVO AL SUR, duo dell’alto Tirreno cosentino formato da Salvatore Cauteruccio alla fisarmonica e Umberto Napolitano al piano e, in chiusura, del trio capitanato dal castrovillarese SASÀ CALABRESE, che con la sua chitarra e la sua voce, insieme al pianista Fabio Guagliardi e al percussionista Tarciso Molinari, presenterà il suo ultimo progetto, “D’Autore”.

Questa prima, intensissima, giornata del Calabria Jazz Meeting#4, che sarà caratterizzata anche dagli incontri informativi sui delicati temi relativi ai diritti degli artisti, autori, produttori ed editori targati NUOVO IMAIE (Istituto per la Tutela dei Diritti degli Artisti Interpreti ed Esecutori), ACEP (Associazione Autori Compositori e Piccoli Editori) e GetSound (collecting degli indipendenti per l’intermediazione dei diritti connessi e copia privata) a cura di ROBERTO MUSOLINO, si concluderà, dopo il jazz dinner ambientato nell’Enoteca di Palazzo Del Trono – nel corso del quale si potranno gustare taglieri di salumi, formaggi e rustici accompagnati da un calice di vino al costo di 7 euro e si potranno visionare i documentari della serie “Raccontare il Jazz” girati tra New York e il famoso Trumpets Jazz Club di Montclair (New Jersey) dal documentarista cosentino GIANLUCA BOZZO – con un “Dee Jazz Set” a quattro mani a cura del vinyl selector reggino ALEX PERDIDO e del villapianese SARO COSTA, che proporranno una selezione di brani jazz/blues/soul/funky ad alto coinvolgimento ritmico.

Il ricco programma proseguirà quindi negli altri giorni previsti.