Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

CALCIO A 5 FEMMINILE/9° giornata: CATANZARO – ROYAL TEAM 0-3

La squadra di Carnuccio domina ma spreca troppo. Segnano Fragola, Ierardi e Mezzatesta.
609 0

La Royal Team vince il suo secondo derby stagionale ma ha sprecato troppo rispetto alle tante occasioni create. E ha dovuto attendere i minuti finali del primo tempo per sbloccare il match con un gol di Fragola. In precedenza è stato, di fatto, un tiro al bersaglio per le lametine che hanno trovato una strenua resistenza da parte delle volenterose ma inesperte catanzaresi. Certo va apprezzato l’impegno delle locali, ma se il risultato a favore della Royal è alla fine striminzito lo si deve non solo alla bravura del portiere Guerra, che ha davvero evitato un passivo più pesante per la sua squadra, quanto all’imprecisione della Royal. Specie nel primo tempo, la Royal ha tergiversato troppo, non manifestando quella grinta e cattiveria necessarie per una squadra di vertice. Sarà stato il diverso spessore tecnico tra le due squadre ad aver ammorbidito la presa da parte di Losurdo&compagne, che invece devono mostrare più cinismo ed affondare i colpi quando la situazione lo richiede.

Senza Anna Leone, che dovrà effettuare un’altra visita medica per accertare la necessità o meno dell’intervento chirurgico al menisco, mister Carnuccio concede un turno di riposo al portiere Liuzzo schierando la collega Francesca Fucile, che si disimpegna bene nelle poche parate dell’intero match. Per il resto iniziano il match Fragola, Malato, Mezzatesta e Losurdo. Risponde Catanzaro con Guerra (la migliore), Caiazza, Procopio, Riccelli e Mauro.

Pronti via ed inizia il dominio della Royal che obbliga agli straordinari l’estremo catanzarese con Losurdo, Malato, Mirafiore e Linza in almeno tre occasioni. Il Catanzaro stenta a trovare le contromisure perché troppo evidente il divario tecnico, ma la squadra di Scarpino quanto meno opera una buona fase difensiva sperando in Guerra, appunto. Che risponde da par suo anche contro le conclusioni di Mezzatesta, Ierardi, Fragola e ancora Linza. Insomma si gioca ad una porta con qualche sporadica ripartenza locale che si ferma sempre sulla trequarti campo. E così si giunge al 17’ col primo gol della Royal: Fragola serve Losurdo, il pivot viene contrata e la palla resta lì, la più lesta è Fragola che di sinistro infila lo 0-1. Il tempo si chiude con altre 3 occasioni della Royal, sprecate da Linza, Mezzatesta e Fragola.

Nella ripresa per la Royal iniziano: Fucile, Malato, Ierardi, Fragola e Mirafiore. Catanzaro con

Catanzaro risponde con: Guerra, Riccelli, Mauro, Caiazza e Procopio. Stavolta il gol della Royal, quello del 2-0, giunge subito dopo un minuto: cross da sinistra di Fragola, davanti alla porta è Ierardi che risolve con un tocco corto. 0-2. La Royal sembra più a suo agio, entrano di fatto tutte dalla panchina eccetto Sommacale, ma continua lo show di Guerra che, seppur tradendo qualche difetto di gioventù, si oppone alla meno peggio a Mirafiore e due volte Fragola. Quindi il primo tiro catanzarese verso Fucile: è l’ex Mauro che la obbliga al tuffo. E si giunge al tris finale al 5’: palla al limite e gran tiro di Mezzatesta all’incrocio. 0-3. Il clichè non muta nel prosieguo con la Royal a fallire di tutto di più, con Ierardi, Mezzatesta, Losurdo, capitan Marrazzo (di testa da due passi su assist di Losurdo) e un palo colpito da Linza. Per Catanzaro un paio di tiri fuori di Bentivoglio e Voci. In mezzo anche un black-out elettrico per 5 minuti e la gara si chiude. Ora attenzioni rivolte al match-clou di domenica al PalaSparti contro la capolista Real Sandos, sempre distante tre punti e la Royal solitaria all’inseguimento avendo il Martina perso a Vittoria per 3-1.

CATANZARO: Guerra, Moniaci, Puleo, Mauro, Caiazza, Procopio, Di Cello, Voci, Mallamace, Riccelli, Bentivoglio, Talarico. All. Scarpino

ROYAL: Fucile, Fragola, Malato, Marrazzo, Mirafiore, Mezzatesta, Linza, Ierardi, Losurdo, Pileggi. Ne: Liuzzo e Sommacale. All. Carnuccio.

ARBITRI: Prisma di Crotone e Petrillo di Catanzaro. Crono: Cantafio di Lamezia Terme.

RETI: pt 16’49” Fragola; st 1’ Ierardi, 5’41” Mezzatesta.