Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

CATANZARO, MSI-Fiamma Tricolore su alcune problematiche emerse nel corso della settimanale riunione cittadina

355 0

Anche dalla riunione di segreteria cittadina del MSI-Fiamma Tricolore, tenutasi questa settimana sono emerse alcune problematiche segnalate dai militanti che ci pregiamo di metter all’attenzione di chi avrebbe il DOVERE di affrontarli e cercare di risolvere, perché è vero che attivare politiche sulle medie e grandi infrastrutture è bello e necessario ma è anche compito di una  buona Amministrazione andare a risolvere i problemi spiccioli dei cittadini, quelli che ognuno affronta ogni giorno e che diventano di vitale importanza nel disinteresse della comunità.

Quindi bene la differenziata, la riapertura di luoghi abilitati alla Cultura, il tentare di rivitalizzare il Centro Storico, il Porto, eccetera, ma accanto a ciò non si possono trascurare la piccola viabilità, la distribuzione della posta, il funzionamento e la diffusione sul territorio dei presidi sanitari ma anche di quelli amministrativi del Comune. E non scriviamo ciò solo per caso ma perchè questi sono stati alcuni dei casi segnalatici dai cittadini.
Certo non riveste vitale importanza un senso unico, ma perché accanirsi contro la piccola Comunità che vi ruota attorno, e parliamo di quella di Via Orti nel quartiere di Gagliano, incuranti delle oltre cento firme apposte ad una sottoscrizione presentata all’Amministrazione oltre tre anni fa che chiedeva di rivedere, almeno per una parte, un senso unico voluto da una elite supportata da due assessori, indagati e cacciati subito dopo la delibera del senso unico seppure per altra disdicevole vicenda?
E oggi che la richiesta è stata riportata all’attenzione degli organi preposti dai rappresentanti Missini, pare non si riesca a risolvere a causa degli ostacoli frapposti da qualche dipendente legato a clan elettorali aventi interessi diversi, quindi non quelli di Cittadini e Comunità catanzarese, dai nostri?
Altra problematica che si chiede all’Amministrazione di risolvere è quella legata al funzionamento degli uffici della ex-Circoscrizione di Gagliano, laddove è stata lasciata ad operare una sola unità e che, come accaduto nei giorni scorsi, non viene neanche sostituita allorchè deve fruire ferie o si ammala cosi che gli uffici rimangono chiusi in tali periodi; men che meno viene supportata in periodi particolari di maggior lavoro e che addirittura, in questo periodo elettorale, non si la possibilità, attivando semplicemente la linea telematica a ciò dedicata, di poter rilasciare le tessere elettorali, per cui gli elettori della zona, in caso di bisogno, devono recarsi presso gli Uffici comunali di Via De Nobili o presso le altre due sedi decentrate.
Rimarcheremmo, ancora una volta e vista la delicatezza ed importanza della questione, la necessità che l’Amministrazione, dall’alto della sua autorevolezza istituzionale, si rendesse parte attiva e propositiva nella vicenda legata alla distribuzione della posta in Città. Problematica in cui sono insiti diritti ormai riconosciuti come inalienabili per i Cittadini, come quelli all’informazione ed alla comunicazione coi propri simili, e che in tanti casi, quale soprattutto quello di persone sole ed anziane, resta l’unico mezzo utilizzato alla bisogna, per cui resta pleonastico ribadirne la utilità e necessità.