Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Charles Bukowski …tales at Qmè

,
554 0

Appuntamento degli amanti della letteratura con presentazione del volume inedito di Charles Bukowski “Il ritorno del vecchio sporcaccione ” venerdì 10.marzo promossa da Open Space – Associazione Culturale e Sistema Bibliotecario Lametino chiamata “Bukowski Tales ” tenutasi in caffè letterario Qmè.

é una piacevole serata nonostante un leggero  fastidioso ritardo . Il posto è molto bello e accogliente e per me , che l’ho visitato per la prima volta , una piacevole sorpresa di armonioso equilibrio tra il caffè e la cultura. Ospite d’onore la traduttrice italiana dell’autore per Feltrinelli e Quanda Editore ” Simona Viciani” , chiaramente innamorata delle opere controverse e non digeribili per tutti di Charles. Ed è sicuramente proprio questa la base di un buon traduttore : amare lo scrittore alla follia .

Solo così si può avere coraggio e immergersi nel duro e responsabile lavoro di tradurre un’ opera da una lingua ad  altra. Perché ci si deve respirare con l’autore , ci si deve capire e  farlo capire agli altri senza togliere il vero significato di ciò che lo scrittore ha voluto dire…

Non ho letto il libro ( ancora ) e non sono nemmeno una esperta di Bukowski , ma Simona , con il suo appassionato racconto della vita dell’ artista, con chiara ed evidente ammirazione per lui , mi ha entusiasmata già di per se.

L’evento culturale, colorato dalla presenza di Radio Città Stereo in diretta che tra un commento e l’altro inseriva  musica e quindi tutto si svolgeva in armoniosa atmosfera e non cadeva nella solita noia .Al contrario …tutto era in assoluta ” nonchalanse ” degna di una presentazione di un libro di Charles. Credo proprio che a lui sarebbe piaciuto.

Nessuna formalità …nessun obbligo di silenzio…libertà assoluta di divertimento con gusto.

Io ho  letto qualche suo libro , credo proprio quello più conosciuto  “Storie di ordinaria follia”, ai tempi della scuola media , ma ero troppo giovane e sinceramente mi aveva disturbata tutta quella volgarità che nella sua espressione c’è. Ma oggi , quando ho guardato un po’ di libri dispersi sul tavolo e stavo sfogliando un po’ qua e un po’ la , credo proprio che ci riproverò ad leggerne uno .

Credo che oggi troverei  sotto quella vernice di parolacce e crude nude frasi , più profondità del pensiero.

Ci proverò…poi vi dirò ..intanto un grazie a Qmè e tutti coloro che hanno  preparato questa interessante serata.

Spero di avere presto  l’opportunità  di assaporare un’altra dose di cultura.

“Perché cultura è unica droga che crea INdipendenza.”

Chiudo con una delle frasi di Charles anche se è difficile tirarne fuori soltanto una :

“Ognuno si uccide a modo suo .”