Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Cristiano e Mastroianni all’attacco

645 0

“Nell’ultimo Consiglio Comunale si è consumata l’ennesima censura a danno di quei pochi consiglieri che hanno mantenuto fede al mandato elettorale ricevuto dal popolo restando opposizione a questa Amministrazione  fallimentare”

Così in una nota congiunta i Consiglieri Comunali del gruppo misto Massimo Cristiano e Nicola Mastroianni. I due esponenti politici lamentano di non aver avuto la possibilità di “esprimere liberamente la propria posizione politica di dissenso verso un sindaco che ha appena annunciato di aver già messo e di voler mettere per il futuro le mani nelle tasche dei cittadini con l’ aumento indiscriminato delle tasse locali IMU, IRPEF, TARSU e TARES per arginare e coprire i debiti prodotti”. Per Mastroianni e Cristiano le Sezioni Riunite non hanno dichiarato il dissesto ma hanno riconosciuto le criticità rilevate dai colleghi contabili calabresi ” esiste un buco di bilancio di oltre 5.000.000 di euro ed a  pagare la gestione allegra del Sindaco saranno i cittadini, con un aliquota IMU massima: allo 0,6 per le prime abitazioni e 10,6 per le seconde abitazioni” .

I due consiglieri comunali chiariscono di non essere a favore del dissesto, ma per la chiarezza e trasparenza dei conti finanziari del Comune di Lamezia Terme ” in 10 anni di amministrazione Speranza nulla è cambiato anzi, c’è di più, le future amministrazioni comunali, nella prossima decade, saranno costrette a convivere con un buco di bilancio accertato e certificato”.

Mastroianni e Cristiano, infine, attaccano politicamente il primo cittadino “è stato bravo ad anestetizzare la città e l’opinione pubblica, grazie alle forze trasversali ben note, una città in disordine , sporca, con il decoro urbano discutibile, invasa da rom extracomunitari a cui vengono assegnati sussidi e abitazioni a discapito dei cittadini onesti usati solo come bancomat per pagare la tasse”