Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Emanuele Colandrea – live al Comics Cafè

Grande successo al “Comics Café” di Lamezia Terme
653 0
Emanuele Colandrea – live al Comics Cafè

Emanuele Colandrea è passato dai palchi più importanti d’Italia al Concertone del Primo Maggio, dal primo posto nella classifica di KeepOn delle migliori rivelazioni live italiane (nel 2011) fino ad esimi premi vinti sui palchi più importanti (come l’Heineken Jammin’ Festival)- e ai numerosi cambi di line up: e sabato 20 giugno ha portato il suo RITRATTATI in TOUR al Comics Cafè di Lamezia Terme, unica data calabrese.

Il disco, come dice lui stesso, è una rivisitazione delle sue hit più celebri suonate con i suoi precedenti gruppi, e serve per dare una sorta di continuità alla sua nuova esperienza da solista, iniziata proprio con questo cd. Nonostante lui dica di essere uno che parla poco sul palco, nell’ora e mezza di suoni e parole ha intrattenuto gli ospiti, nella calda e accogliente atmosfera del Comics Cafè -ritrovo “pop” e vintage al centro di Lamezia-, con break ironici e divertenti; come d’altronde sono i suoi testi, taglienti e sottili, intelligenti e pieni di calembour lessicali, rimandi, citazioni colte, divertissement letterari e tanto altro.

C’è la vita di provincia, in Il Vento Forte o Nascondigli Per I Cani, c’è l’amore giocoso, leggero e goliardico anche quando doloroso, in Per Non Rallentare, Belgioiosa Vita Bella, Elisir, Tutto Quello Che Vuoi; e c’è sempre lui, Emanuele Colandrea, cantautore celebrato per i suoi versi e per i suoi tour (anche con i suoi progetti precedenti, i Cappello A Cilindro e gli Eva Mon Amour), forte di una grandissima personalità musicale e di una presenza scenica non indifferente, ironico anche quando gioca a fare l’artista svogliato che non ricorda i testi di uno dei suoi pezzi più celebri, Indi, salvo poi intonarla e riarrangiarla solo voce e chitarra in maniera forse anche più convincente dell’originale (contenuta in Senza niente Addosso, primo cd degli EVA). Colandrea ricorda De Andrè e Conte ma con spruzzate di folk british e un’ironia  insolita ma salutare nel cantautorato italiano di ultima generazione. La sua compagna, Erika Trivelloni, lo accompagna alle percussioni suonando gli strumenti più disparati -una macchina da scrivere, un organetto, unghie di capra…- e vestendo di dolcezza le asperità della chitarra dell’autore. E ancora Non Sono Mai nato In CittàPrometto, e un bis per Belgioiosa. In attesa del suo prossimo cd, DESTINI FATTI A MANO, vera e propria prova del fuoco per un cantautore fra i più intensi ed interessanti della scena musicale italiana.