Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

ERASMUS+ FRANCE fa tappa a COSENZA-

Dal 29 marzo al 5 aprile al LICEO 'TELESIO' DI COSENZA
829 0
ERASMUS+ FRANCE fa tappa a COSENZA-

Dal 29 marzo al 5 aprile il Liceo Classico ‘Telesio’ di Cosenza ospiterà il progetto Erasmus+ France. Il progetto di cui è docente referente la prof.ssa Maria Rosa Tassone, fa parte di un partenariato strategico tra istituti di istruzione superiore, il KA2, ovvero  i Progetti di cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche gestiti in Italia dall’ Agenzia Nazionale Erasmus+ INDIRE.

Istituti interessati al partenariato bilaterale FRANCIA-ITALIA sono Lycée Georges Colomb-Lure-Bourgogne/Franche-Comté. Liceo Classico “ B. Telesio “ –Cosenza-Calabria.

Il progetto è biennale ed è iniziato il 1 settembre 2018 data di termine 31 agosto 2020.  Titolo del progetto: Au fil de l’eau-Sul filo dell’acqua. Acronimo: AFILEA (richiama alle origini comuni. Il latino ).

Sono previste complessivamente 4 mobilità: 2 di formazione di breve durata del personale docente e 2 di scambio di gruppi di alunni di breve durata.

La prima mobilità è stata effettuata al Lycée di Lure a Dicembre 2018 e la seconda mobilità è prevista in arrivo al Liceo Telesio.

Il dirigente scolastico del Liceo Classico ‘Telesio’ di Cosenza, ing. Antonio Iaconianni, ha dichiarato: «Il Liceo Classico ‘Telesio’ di Cosenza oggi si presenta al territorio come scuola delle opportunità e quella che andremo a vivere in questi giorni sarà l’ennesima occasione di crescita che offriremo ai nostri studenti ed al nostro territorio. Vogliamo – ha continuato il Preside – secondo le finalità proprie del Progetto Erasmus, anzitutto informare i nostri studenti circa le possibilità di mobilità internazionale messe a disposizione dalla Commissione Europea ed allo stesso tempo sottolineare i benefici dello svolgere una parte degli studi all’estero. Dobbiamo necessariamente contribuire allo sviluppo di competenze interculturali ed essere promotori di una scuola nuova che bene viene interpretata nel nostro ormai noto Progetto Telesio. Siamo chiamati a promuovere l’idea di un tipo di apprendimento innovativo basato sul contatto diretto con realtà diverse. Auspico – ha concluso Iaconianni – che in linea con quanto dettato a livello istituzionale, si possa creare un quanto mai necessario meccanismo di ampliamento della conoscenza e della comprensione delle politiche e delle pratiche educative dei paesi europei, facendo delle nostre scuole e dei nostri periferici territori del Sud, luoghi di modernità e della internazionalizzazione finalizzata alla crescita ed allo sviluppo culturale dei nostri giovani!».

La prof.ssa Tassone ha affermato: «Al di là degli obiettivi istituzionali, penso che questi scambi promossi dall’Unione europea servano a rinsaldare sia l’idea di Europa che i rapporti tra Francia e Italia, due paesi fondatori di quell’ Unione. Promuovere così una cultura di scambio, non solo economica, nella conoscenza reciproca, per abbattere e combattere gli stereotipi e i pregiudizi. Simbolo di ciò – ha concluso la docente – il nostro logo voluto e realizzato dai nostri ragazzi: un ponte che unisce i due Paesi e l’acqua della conoscenza reciproca che l’attraversa. Perché crediamo fortemente che nell’Europa di oggi sia più importante costruire ponti che alzare muri».