Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

I servizi della città di Lamezia saranno gestiti da una società a Catanzaro?

662 0

A seguito del nostro articolo ( https://www.lamezialive.it/rapporto-spending-review-anche-due-societa-lametine-con-rendimento-negativo/ ) interviene il Centro Studi Aletheia che, in una nota stampa, riassume i dati forniti dal Ministero riguardanti le società lametine  ” la Lamezia Multiservizi ha una perdita certificata nel 2012 di 697.519 con un ROE negativo quasi del 20%; la Lamezia Europa ha una perdita, sempre nel 2012, di € 356.654. Dal bilancio della Lamezia Multiservizi, inoltre, si evince che nel corso del 2013 la situazione si è ulteriormente aggravata poiché il conto economico presenta una perdita netta di € 754.019,00″. Il Centro Studi Aletheia, alla luce di tali dati, reputa che “i risultati riportati negli ultimi anni hanno causato e stanno continuando a causare un ulteriore consistente aggravio per le casse comunali di Lamezia.  Tali somme, infatti, sarebbero potute essere messe a disposizione della collettività, o attraverso un aumento dei servizi e/o delle prestazioni sociali, oppure attraverso un minore aggravio delle imposte municipali, che, come noto, sono oramai caratterizzate dalle aliquote massime consentite dalla legge”. La riflessione dell’Aletheia ponendo una serie di considerazioni che sfociano in una domanda

Ma se è vero il famoso aforismo “A pensar male si farà peccato, ma quasi sempre ci si azzecca”, la domanda che si pone è ancora più netta. Se è vero che il Piano Cottarelli nel “rapporto sulle società partecipate degli Enti Locali” “…propone una strategia di riordino con l’obiettivo di ridurre il numero delle partecipate “da 8.000 a 1.000” nel giro di un triennio, di favorirne l’aggregazione e lo sfruttamento di economie di scala e, anche per questa via, di migliorarne l’efficienza, con benefici per la finanza pubblica” e se è vero che l’aggregazione avrà ad oggetto società partecipate in perdita che operano in settori analoghi con medesime finalità preferibilmente nella stessa provincia, non è che un’ipotesi del genere avrebbe come conseguenza una gestione dei servizi (attualmente eseguiti dalla Lamezia Multiservizi e dalla Lamezia Europa) svolta direttamente da una società provinciale con sede a Catanzaro, in quanto capoluogo di provincia?