Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

La rabbia per il non saper perdere: la necessaria risposta a Vacca

Le dichiarazioni del giocatore non hanno turbato la tranquillità della Vigor Lamezia
1.3K 0
La rabbia per il non saper perdere: la necessaria risposta a Vacca

(Nella foto di Annachiara Viola: il gol della Vigor che ha mandato in furia i catanzaresi)

Credo proprio che sia maggiormente vergognoso aver perso un attesissimo ed importante derby calcistico contro una squadra fatta da “morti” ed è altrettanto vergognoso non sapere ancora accettare una sconfitta che ci sta tutta.

Vacca

Il calciatore Vacca

La dichiarazione di un certo giocatore, Vacca, attualmente in forza nelle nobilissime fila del Catanzaro, non è decisamente confacente all’ambiente dove si trova e che lo sta pagando profumatamente. Certo, meglio un “morto” che vince MERITATAMENTE, che un “vivo” (?) che perde sonoramente, grazie a due gol che rientrano tra gli annali del calcio per potenza, per gestualità tecnica, per risposta ad un cuore pulsante che stava in sintonia alle migliaia di altri cuori biancoverdi, all’unisono pulsanti.

Forse farebbe bene il Presidente Cosentino a cestinare queste gratuite e ingenerose dichiarazioni di qualche suo tesserato.

Il nostro compito è quello di essere grati a giocatori che stanno facendo mirabilie: se fosse stata una squadra “di morti” non avrebbe i punti che ha attualmente in classifica, e peccato per quegli altri quattro punti che sono stati persi al cospetto di due squadre che hanno accettato sportivamente la spartizione della posta in palio.

Dichiarazioni antisportive e peraltro stupide che mirano a portare dissapori tra le due tifoserie, annullando quanto di bello e di buono hanno fatto i due Presidenti, Cosentino ed Arpaia, o quanto hanno sportivamente dichiarato sia Erra, sia Maglia, sia il giovanissimo Voltasio, a cui mandiamo a dire di starsene lontano da queste affermazioni anti educative.

Il Catanzaro pensi soltanto a vincere il suo campionato, in quanto una esclusione dai primi due posti significherebbe un comprensibile fallimento del progetto – Cosentino.

Dal canto suo, la Vigor Lamezia sa di pensare soltanto alla conquista dei punti salvezza e poi eventualmente mandare in campo i suoi gioiellini, che ce ne sono per davvero e che non sono “dei morti”.