Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

L’accordo della discordia

Altra Lamezia si aggiunge al coro delle critiche
927 0

Si alimentano le polemiche sul  protocollo d’intesa stipulato  tra il direttore della Fondazione Trame, Tommaso De Pace ed il Presidente di Calabria Etica, Pasquale Ruberto. Ai tanti che  non vedono di buon occhio questo accordo si aggiunge il Collettivo Autonomo Altra Lamezia che va all’attacco di Ruberto, ripercorrendone la storia

Personaggio della politica lametina per una serie di vicende che vanno dallo scioglimento del Consiglio Comunale di Lamezia Terme per infiltrazioni mafiose nel 2002 (eletto con Forza Italia, si dimise da consigliere per fare l’assessore ai Servizi economici e finanziari, a pag. 65 della Relazione sugli accertamenti eseguiti presso il Comune di Lamezia Terme dalla Commissione di Accesso figura, insieme ad altri 6, proprio il suo nome) al megastipendio da 5100 euro mensili che lo stesso si sarebbe autodeterminato in passato proprio per l’incarico ricoperto.

Per il Collettivo, dunque,  un’alleanza alquanto discutibile tra il suddetto esponente politico ed una manifestazione che si occupa di legalità e trasparenza. Altra Lamezia vuol vederci chiaro, sapere cosa c’è dietro questa alleanza, per quali motivi è stata realizzata, e propone un altro modo di fare antimafia, non solo in alcuni momenti ed in determinati salotti, ma un’antimafia in prima fila nella lotta quotidiana alla criminalità organizzata, alla sua mentalità che a travalicato i confini stessi della mafia contagiando la società

Un festival resta pur sempre un festival, e forse sarebbe meglio non farlo piuttosto che accettare compromessi che ne tradiscono l’idea smentendone la sua applicazione. Un’altra scelta esiste sempre.

Questo è il suggerimento che viene dal Collettivo il quale indica gli ingredienti che compongono il cambiamento dal quale bisogna ripartire: coerenza dei valori ai quali si proclama l’appartenenza; coinvolgimento diretto dei cittadini; nessun tipo di passerella politica.