Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Lamezia Terme – TeatrOltre Vetrina Teatro Ragazzi : domani in scena “ SAUL” di Vittorio Alfieri

Lo spettacolo, in esclusiva per la Calabria, è dedicato al compianto attore calabrese Pino Michienzi che nell'allestimento del 1980 interpretava il ruolo di Achimelech.
550 0

Secondo appuntamento con la rassegna TeatrOltre Vetrina Teatro Ragazzi co-organizzata dal Comune di Lamezia Terme teatrop con il patrocinio e il finanziamento della Regione Calabria nell’ambito del progettoLamezia Summertime 2015 – POR Calabria FESR 2007/2013, Asse V – Risorse Naturali, Culturali e Turismo Sostenibile, Progetto integrato di sviluppo regionale “Eventi Culturali”.

Giovedì 29 ottobre, alle ore 10.00, al Teatro Comunale Grandinetti di Lamezia Terme, a 35 anni dall’ultima edizione allestita su un palcoscenico nazionale – quella di Renzo Giovampietro, del 1980 – la Compagnia del Teatro del LOTO riporta in scena il SAUL di Vittorio Alfieri: la più importante tragedia italiana del ‘700 e probabilmente di tutti i tempi.

In una Galilea metafisica e senza tempo, teatro di antiche e nuove tragediesu una scenografia lignea, imponente, ispirata all’opera di maestri dell’arte contemporanea italiana come Ceroli e Marotta, rivive il capolavoro in versi del nostro Teatro, nella messa in scena energica e visionaria e nell’interpretazione di vigorosa e superba verità di Stefano Sabelli, affiancato da una gruppo di eccellenti talenti Gregorio De Paola (Gionata), Bianca Mastromonaco (Micol), Giulio Rubinelli (David), Fabrizio Russo (Abner) ePasquale Arteritano (Achimelech).

Attraverso il ritmo impetuoso e incalzante dell’endecasillabo e di una recitazione intensa e poderosa, la furia risolutiva di un re sconfitto, ma ancora sopraffatto dall’ansia di affermare la sua potenza, cresce e avvince fino alla catarsi finale. Mentre la musica – con partiture Klezmer e il Requiem di Mozart, contemporaneo al Bardo di Asti, eseguite dal vivo dall’eccellente Trio dei fratelli Miele – fa da contrappunto agli endecasillabi di Alfieri, esaltandone la potenza epica e lirica.

Lo spettacolo, in esclusiva per la Calabria, è dedicato al compianto attore calabrese Pino Michienzi che nell’allestimento del 1980 interpretava il ruolo di Achimelech.