Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Lo stato di crisi alla Sacal rende inutile l’aumento del numero dei passeggeri.

Da qui l’invito al nuovo management ad un confronto con tutte le OO.SS. per affrontare le criticità dei vari settori.
758 0

“L’aumento del numero dei passeggeri nello scalo di Lamezia Terme è un dato positivo”, afferma il Segretario Generale Provinciale di Catanzaro, Salvatore Scalzi della Fit-Cisl, “ma occorrerebbe dare priorità all’incremento di unità lavorative nel settore Handling (servizi di  terra specie per la gestione bagagli) attraverso l’assunzione degli stagionali, considerato l’ormai avanzata stagione estiva, picco per suddetto aeroporto.

E’ quanto scrive Salvatore Scalzi, del Presidio di Catanzaro della “ Cisl – Reti” a proposito della nota questione Sacal e sulle ripercussioni negative che si stanno abbattendo sulla società stessa.

“ Purtroppo, le ultime vicende hanno rallentato la macchina dell’Aeroporto” , prosegue Scalzi nell’apposito comunicato stampa, “ e tutto ciò si ripercuote solo ed esclusivamente sui lavoratori, che lamentano una difettata organizzazione del lavoro soprattutto dei turnisti; per carenza di organico, si chiedono sacrifici esclusivamente ai lavoratori.

La “ Cisl – Reti” invita quindi  il nuovo management “ad attivarsi nell’immediato e confrontarsi con tutte le OO.SS per affrontare le criticità dei vari settori. In conclusione chiederemo al nuovo management di affrontare e definire una volta per tutti, la vicenda del personale Part-Time con la trasformazione in Full-Time.

E’ chiaro ed evidente”,  conclude la nota, “ che queste due “ricette” a nostro avviso rappresentano l’avvio di un percorso costruttivo per il bene dell’Aeroporto Internazionale di Lamezia Terme”.