Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

l’Urbanistica a Lamezia una cloaca di illegalità

Il Piano A.P.I. come il PSC un'insieme di illegalità ma la commissione prefettizia c'è ?
,
1.02K 0

Il Piano API, per chi ha una certa confidenza con l’urbanistica, attuato a Lamezia Terme è un abominio culturale e produce tanti danni alla città ed a certe categorie di cittadini, i meno abbienti, come al solito.

In sostanza quando si fanno delle scelte, il percorso successivo dovrebbe essere vincolato alla scelta base.
Se la P.A. in una zona vuole fare residenze private le classifica C2 e realizza delle sottozone CR, se vuole fare edilizia pubblica le classifica C1 e realizza delle sotto zone CP.

I grandi esperti urbanisti del Comune, di ultima assunzione, hanno realizzato delle zone CR in zone C1, questo non può essere certamente catalogato come errore di distrazione, perché ha implicazioni sociali ed economiche rilevanti.

Difronte a questo errore grave, c’è chi si è giustificando affermando che per il solo fatto che il Piano Particolareggiato fosse stato redatto dal Comune fosse assorbente del valore Pubblico dell’iniziativa, dimostrando ancora una volta una ignoranza allarmante. Infatti in zona C1 si realizza edilizia convenzionata o sovvenzionata ed in zona C2 si realizza edilizia privata, il che non è proprio la stessa cosa.

Ma questo non basta, si è scritta una norma con valore di Legge dello Stato in un regolamento di attuazione di un Piano particolareggiato comunale.

In sostanza in ogni Comparto edificatorio del piano API, i lottizzanti hanno dovuto individuare un lotto fondiario destinato a residenze private da cedere gratuitamente al Comune, in aggiunta agli standard di legge ed agli oneri concessori.

Questa scelta subita dai proprietari che aspettano da oltre quarant’anni di costruire in questa zona della città, è assolutamente illegittima , QUASI MAFIOSA, in quanto non si poggia a nessuna norma nazionale esistente.

Per quanto detto che è incontestabile e incontrovertibile, in zona API c’è un problema di destinazione ed un problema patrimoniale; a mio avviso LA P.A. HA L’OBBLIGO DI FARE RIENTRARE IL TUTTO NELLA LEGALITÀ, magari promuovendo anche una sanatoria del P.P. in variante al PRG, con spese a carico degli incompetenti ed una restituzione dei lotti privati agli originari proprietari.

E’ del tutto evidente che chi gestisce l’urbanistica al Comune è del tutto incompetente, prova ne è anche lo schema di PSC che non convince nessuno, tranne il solo e sempre più solo Sindaco.
La legalità è una cosa seria specie in campo amministrativo dove l’incompetenza può fare danni gravi anche se motivata da nobili obiettivi, ma le regole vanno rispettate.