Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Mister Erra: la Vigor gioca con l’anima e con il cuore.

I biancoverdi riprendono oggi la preparazione per la trasferta di Martina. Buon esordio di Filosa mentre Kostadinovic è già disponibile
627 0
Mister Erra: la Vigor gioca con l’anima e con il cuore.

(Mister Alessandro Erra – Foto L.L. )

E’ stata già archiviata la fatica, sotto il sol leone di fine settembre, della Vigor Lamezia contro un Foggia venuto al D’Ippolito con l’intento di non lasciare le penne sul campo e per potersi così rilanciare in classifica in considerazione del suo alto potenziale tecnico di giocatori della rosa.

Mister Alessandro Erra, fin da oggi, va a rileggere un nuovo capitolo di questo storico ed appassionante campionato di Lega Pro, mettendo la sua squadra opposta all’attuale fanalino di coda Martina Franca e cercando di capire meglio quali sono i maledetti marchingegni che costringono la sua squadra di subire gol nei minuti finali dell’incontro. Cosa che s’è verificata in occasione del big match contro la Salernitana; della trasferta di Melfi e, ultima, quella contro i satanelli.

Una verifica, questa che è stata già affrontata nel corso delle interviste del dopo partita, di cui ne riportiamo una sintesi veloce.

D.-     Ancora una gara sfortunata quella contro il Foggia con la doccia fredda del gol nell’ultimo minuto di partita.

R.-     E’ stata una partita molto equilibrata. Abbiamo incontrato una squadra che se l’è giocata tutta con geometria e con qualità di gioco. Abbiamo avuto la bravura di sbloccarla a dieci minuti dalla fine. Peccato non aver portato dalle nostre parti una vittoria per via di un calcio piazzato che loro hanno battuto ad un minuto dalla fine. C’è quindi rammarico, perché sarebbero stati – ai fini della classifica – punti molto pesanti.

D.-     Ritiene che sia stata causa di un cedimento di condizione atletica?

R.-     No. Quando si prende un gol da calcio piazzato ad un minuto dalla fine, penso che la condizione fisica non c’entri proprio nulla. Non siamo stati bravi in qualche occasione avuta, però siamo stati bravi nell’intero arco della partita, considerando che abbiamo incontrato una squadra forte. Abbiamo concesso loro pochissimo; quindi una gara di perfetto equilibrio. L’unico cedimento è stato quello di non avere avuto la determinazione di difendere questo vantaggio.

D.-     Il loro mister ha sottolineato che il Foggia insegue i vertici della classifica, essendo stato costruito proprio per questo.

R.-     Bè, onestamente, considerando la qualità del loro parco giochi, è proprio così. Confermo che il Foggia è una squadra di grande blasone, con grande personalità. Hanno tra le loro fila tanti giocatori che hanno disputato campionati tra serie A e serie B.

D.-     Ricapitolando, nella sintesi, rifacciamo una analisi sulla Vigor.

R.-     Sono contento che la squadra sta dando tutto, con l’anima, con il cuore. Abbiamo dei limiti, non lo nascondiamo, ma cerchiamo di mascherarli ed anche in questo stiamo facendo bene.