Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Oliverio propone una misura di sostegno a chi perde il lavoro

Ma anche a chi non l'ha mai avuto. Dialogo con il Governo nazionale
701 0

Questo quanto ha dichiarato il candidato a governatore per il centro sinistra, Mario Oliverio in merito alla situazione calabrese, dei senza lavoro.

La Calabria vive una situazione socialmente ed economicamente drammatica.
Oltre la metà della popolazione calabrese tra i 15 ed i 64 anni è senza lavoro, e contemporaneamente è ripresa l’emigrazione: i laureati che hanno lasciato la Calabria dal 2012 ad oggi sono il 25% del totale.

Anche le condizioni di reddito destano estrema preoccupazione e allarme . La nostra, infatti, é la regione più povera d’Italia. Il 9,3% delle famiglie calabresi vive con meno di 12000 €/anno, e nella metà dei casi si tratta di famiglie monoreddito.
Il 46,2% della popolazione è a rischio povertà.
Questi dati, restituiti dal rapporto Svimez e ribaditi dall’Istat, confermano che in Calabria le tendenze negative dell’economia italiana all’interno della crisi in atto, si presentano in dimensioni maggiori e assolutamente intollerabili.
E’ del tutto evidente che, in questo contesto, accanto ad iniziative per lo sviluppo in grado di rimettere in moto il processo di crescita, di allargamento della base produttiva e dell’occupazione, sarebbe necessaria una misura di sostegno a chi perde il lavoro e a chi il lavoro non lo ha mai incontrato. È questa una misura per dare una risposta a quella che è diventata una vera e propria emergenza sociale e nello stesso tempo per sostenere i consumi e, quindi, la ripresa economica.

Molti di questi provvedimenti sono già allo studio del Governo e sono oggetto di proposte di legge in Parlamento. Avvieremo immediatamente un dialogo con il Governo nazionale e nel quadro di questo confronto la Giunta Regionale calabrese sarà disponibile ad investire anche parte del Fondo Sociale Europeo per cofinanziare misure di sostegno o di reddito minimo per i cittadini calabresi.