Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Pecora annuncia di scendere in campo per le prossime scadenze elettorali

Il leader di Ammazzateci Tutti pronto ad una lista per le regionali e anche per le comunali
677 0

E’ oramai evidente che il Sud e in particolare la Calabria sono attraversati da una drammatica emergenza che non e’ più solo economica, ma etica e sociale; i calabresi di buona volontà non possono più voltarsi dall’ altra parte, e noi giovani stiamo già costruendo con la società civile un’alternativa credibile, facendo nostro il monito di Papa Francesco per l’impegno in politica delle nuove generazioni e l’invito a non farci ‘rubare la speranza’. Questa terra può e deve trovare dentro se stessa il coraggio di liberarsi dal male.

Sono dichiarazioni di Aldo Pecora, leader del movimento antimafia ‘Ammazzateci tutti’ che lasciano intendere una chiara intenzione a scendere in campo per le prossime scadenze elettorali regionali.

“Siamo consapevoli – spiega Pecora – che in questo momento storico non converrebbe ‘fare politica’ in Calabria, men che meno provare a farlo da soli, ma siamo altrettanto consapevoli che non possiamo far finta di non vedere, perché cosi’ facendo ci renderemmo complici dell’eutanasia della nostra terra“.

E poiché’ e’ una situazione di emergenza – aggiunge il fondatore del movimento

A. Pecora

A. Pecora

antimafia –in queste condizioni in politica non si entra, non si scende ne’ si sale:noi, a partire dalla prossime elezioni, in politica abbiamo il diritto e il dovere di irrompere e di soccorrere la Calabria. Ponendo la legalità e il lavoro come imprescindibili pilastri della nostra futura azione politica ci proponiamo come artefici di un nuovo inizio, con un ‘cantiere civico’ aperto a tutte le persone di buona volontà ed anche a tutte quelle forze politiche che, trasversalmente, si riconosceranno nei nostri propositi e sceglieranno di unirsi al nostro popolo, naturalmente solo dopo aver reciso chirurgicamente le cancrene ed estirpato la gramigna che le hanno divorate e private di ogni credibilità e della fiducia dei cittadini.