Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Per il sindacato la LameziaMultiservizi è gestita nell’illegalità premiando gli amici

969 0

I sindacati aziendali RSA della Lamezia Multiservizi denunciano lo stato di confusione in cui regna l’azienda lametina ed in particolare il settore trasporti. Pesanti e gravi le accuse che vengono rivolte alla gestione pubblica dell’azienda

Da mesi si continua a prendere provvedimenti che ledono la dignità dei lavoratori e la stessa integrità del servizi. Alle pressanti richieste sindacali di riportare le cose nell’ambito delle norme e delle procedure contrattuali, viene risposto sempre di si senza che poi ci sia nessun atto conseguente. Si premiano gli amici conferendo incarichi prestigiosi e ben retribuiti, in contrasto con vigente regolamento di avanzamento e promozione, con relativo spreco di soldi per poi chiedere agli altri lavoratori sacrifici in nome di una paventata difficoltà aziendale. Si agisce quindi in palese violazione non solo del buon senso ma sopratutto della corretta gestione dell’azienda, dei contratti di lavoro, e delle normative in materia. Il settore trasporti è trascurato da anni, sia in termini di investimenti che di attenzione, risulta nettamente sottodimensionato per quantità di personale e di mezzi in dotazione. Lo stesso parco macchine risulta vecchio ed obsoleto. Sono stati più una fregatura commerciale che un potenziamento aziendale. Ci chiediamo chi ha fatto queste scelte e se ne avevano le dovute competenze.

Presunte irregolarità anche per quanto riguarda recenti nomine

È stato nominato contro ogni logica e con bando ad hoc appeso appena 24 ore un cosiddetto “gestore dei trasporti”, che ha solo prodotto confusione ed incattivito i rapporti aziendali. Sono aumentati i disservizi in modo esponenziale e si sono decuplicati gli straordinari.  Anche a Lamezia quindi in modo più o meno sottile le aziende pubbliche vengono gestite in maniera che hanno poco a che fare con la legalità e la trasparenza di cui i nostri politici si riempiono la bocca. Per non dire che gli usi ed i metodi praticati ricordano il peggior novecento padronale.

Ritardi sulla designazione di un A.D. dopo che è passato più di un anno

Una azienda che ormai da un anno è senza Amministratore Delegato, nonostante i vari impegni presi più volte dallo stesso Sindaco Speranza. è di dicembre 2013 l’impegno alla nuova nomina, di giugno 2014 l’avviso pubblico che reclamava curriculum titolati ma ancora oggi, dicembre 2014, non c’è nulla. Oppure invece di un esperto nomineranno il classico “amico degli amici” cosi l’azienda l’affossiamo completamente. Tanto è sempre colpa della crisi generale.

A parte l’amarezza il sindacato chiede con forza alla proprietà aziendale, e quindi al Comune di Lamezia Terme nelle persona del suo Sindaco Gianni Speranza, di intervenire presto al dine di

porre fine a questa continua violazione delle norme e delle procedure di lavoro all’interno dell’azienda. Diventa inutile esprimere solidarietà alle tante situazioni aziendali in crisi che poi nelle aziende dove si può intervenire direttamente si lascia che le cose vadano in malora, si chiacchiera e non si decide. Oppure, pur essendo informati e consapevoli, si guarda e si rimane in silenzio.Il sindacato in forma unitaria a tutto questo non ci sta ed annuncia battaglia iniziando dal presentare appositi esposti all’Ispettorato del Lavoro, alla Corte dei Conti ed alla Procura della Repubblica.