Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Protestano i dipendenti ARA, sono arrivati a 19 mensilità arretrate

Questa mattina sit in e striscioni davanti alla sede regionale di Lamezia
717 0

Si riapre un altro fronte di protesta contro la Regione Calabria. Questa volta ad alzare la voce, anzi gli striscioni sono gli oltre cento dipendenti dell’ARA, Associazione Regionale Allevatori che questa mattina hanno incrociato le braccia. Il motivo è semplice, avanzano ben diciannove mensilità come è scritto a caratteri cubitali sugli striscioni attaccati davanti al cancello della loro sede

regionale, in via Scotellaro a Lamezia Terme. Si tratta per metà di tecnici che effettuano assistenza a più di duemila aziende zootecniche calabresi e altri cinquanta assistenti amministrativi.

Ovviamente l’Associazione non ricevendo i fondi dalla Regione che negli ultimi anni ha dimezzato i contributi, non può pagare le mensilità che si accumulano. Una simile protesta era stata effettuata pure a novembre dello scorso anno, quando le mensilità arretrate erano arrivate a quindici. Ora in prossimità del cambio di comando alla Regione con un previsto fermo amministrativo, i lavoratori specializzati hanno fatto sentire per l’ennesima volta la loro voce. Le tre sigle sindacali che hanno firmato la protesta sono Cgil, Cisl e Uil.

ARA-Sindacati-Allevatori