Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Rossano, ricerca idrocarburi : c’è il divieto di trivellare

Il Commissario ha emesso un'ordinanza richiamando il principio di precauzione
373 0

Applicazione del principio di precauzione contro la ricerca di idrocarburi solidi e gassosi, il Viceprefetto Lombardo emana un ordinanza che vieta l’esecuzione di ogni lavoro di screening e l’installazione di strumentazione per l’ispezione o la trivellazione del sottosuolo su tutto il territorio comunale. Avviati già da stamani, grazie alla cooperazione delle Forze dell’Ordine e del Corpo della Polizia municipale, tutte le attività di perlustrazione e controllo dell’area interessata dal provvedimento commissariale.

L’Ordinanza, la numero 13/2016, a firma del Commissario straordinario Aldo Lombardo, è stata pubblicata stamani (Mercoledì 9 Marzo) sull’Albo pretorio dell’Ente ed ha valore permanente fino ad eventuale revoca.

Il decreto, che reitera e rafforza altri provvedimenti sindacali emessi nei mesi scorsi, trova spiegazione nelle giustificate e condivise preoccupazioni espresse, ormai da tempo, da tutto il territorio in merito alla campagna di esplorazione e trivellazione per la ricerca di idrocarburi, anche attraverso la tecnica dell’air-gun, lungo le coste ioniche e sotto lo specchio d’acqua del Golfo di Taranto.

L’ordinanza commissariale richiama il principio di precauzione previsto dalla Legge 52/2006, secondo il quale, al fine di garantire la protezione di beni fondamentali, come la salute o l’ambiente, è necessaria l’adozione o l’impostazione di determinate misure di cautela, anche in situazioni di incertezza scientifica. L’applicazione del principio, pertanto, consente di adottare misure preventive in caso di pericoli, anche solo potenziali, per la salute umana e per l’ambiente.

Non solo. Il provvedimento rammenta anche il protocollo relativo alla protezione del Mare Mediterraneo dall’inquinamento derivante dall’esplorazione e dallo sfruttamento della piattaforma continentale, del fondo del mare e del suo sottosuolo certifica la pericolosità delle trivellazioni. Nel caso particolare delle trivellazioni nello Jonio, sussiste un rischio altamente probabile che si può manifestare a seguito di preliminare valutazione scientifica obiettiva e può verificarsi proprio a seguito della costruzione delle piattaforme con trivellazione nello specchio di mare antistante l’intera fascia della costiera ionica.